Header


Il Presidente del Pro Patria Club commenta la giornata vissuta fuori dallo stadio per manifestare il disappunto dei tifosi nei riguardi di patron Vavassori: “E’ stata  una sofferenza restare fuori mentre la squadra vinceva e giocava bene, ma ritengo che sia stato  giusto rimanere coerenti con la scelta fatta dalla tifoseria. Ricordo che sono cinque anni che questa tifoseria soffre e non ha una prospettiva futura garantita da programmi seri e tempi di sviluppo mantenuti. Ogni anno si ripresenta la stessa situazione di  mancanza di prospettive e dirigenze che si disimpegnano senza avere soluzioni convincenti, adesso basta!
Soddisfatto della partecipazione dei tifosi alla protesta?: “Sono molto amareggiato  e deluso per quattro miei consiglieri che sono entrati allo stadio nonostante si fosse deciso di stare fuori. Rispetto le scelte di tutti, anche se dico che il club non vuole solo dire mangiare polenta e bruscini, ma soprattutto solidarietà e vicinanza reciproca che oggi purtroppo in qualcuno non ho riscontrato.
La vittoria della Pro Patria ti ha sorpreso:” Mi ha fatto piacere vincere con il Savona, credo che questa vittoria sia anche un po’ nostra, credo che la nostra azione di protesta abbia scosso i giocatori e l’ambiente intero originando stimoli nuovi che hanno dato energia ai ragazzi, altrimenti non mi spiegherei la tripletta di Giannone su un campo  pesante come quello di oggi e la prova sopra le righe di giocatori fino ad oggi deludenti. 

Flavio Vergani

0 commenti: