Header


 Mister Colombo è felice per la vittoria e per la prestazione in generale della sua squadra e dice:” Dopo l’inizio poco brillante aleggiavano i fantasmi della gara con la Carrarese, poi abbiamo fatto una grande partita. Complimenti a tutti, voglio però spendere una parola di elogio per Siega, dopo essere stato massacrato per il suo rendimento, oggi ha fatto una partita fantastica. Non guardiamo la classifica, andiamo avanti a sputare sangue e a non mollare un centimetro e alla fine vedremo dove saremo. Certamente mi è piaciuto constatare che siamo usciti proprio quando ci si sono presentate la difficoltà, un segnale di crescita del gruppo. La mia espulsione? Un gesto interpretato male dal collaboratore dell’arbitro”.  I colleghi di San Marino vedono in Gabbianelli un Giannone due, dice il mister a tale proposito: “Gabbianelli ha qualità diverse da Giannone, il suo ruolo naturale è davanti a Calzi, ora gli gioca di fianco e si deve ancora abituare”.

Matteo Serafini: “Sono rimasto per seguire il progetto con un ruolo di responsabilità che mi esalta. Con Calzi ci confrontiamo spesso per cercare di essere un punto di riferimento per i giovani. Faccio il mio elogio ai ragazzi, il processo di crescita inizia ad avere sostanza, vedremo se avremo resistenza per continuare con questo passo. Sono felice di aver visto patron Vavassori allo stadio, soffre con noi e ha passione per la Pro Patria e questo è un aiuto. Sono rimasto dopo che la società mi ha garantito la mia utilità, diversamente sarei già lontano da Busto. 

Nicolas Siega: “Ho cambiato marcia, me lo sono imposto. Oggi ho giocato come so, mi venivano cose che prima erano nelle mie potenzialità ma non riuscivo a fare. Non sono d’accordo che il mio rendimento dipenda dalla partenza di qualche mio compagno , non si tratta di un aspetto tattico ma solo da un mio lungo adattamento alla nuova categoria".

0 commenti: