Header

Cellino vende il Cagliari all'imprenditore Tommaso Giulini

Era nel cda dell'Inter fino all'anno scorso: affare da 50 milioni


 
Uno striscione al Sant'Elia, foto IPP
Massimo Cellino ha detto basta e dopo 22 anni di presidenza ha deciso di vendere il Cagliari. La società sarà rilevata dall'imprenditore Tommaso Giulini, che fino allo scorso anno faceva parte del Consiglio d'amministrazione dell'Inter. Nella trattativa non entra invece Massimo Moratti, come si ipotizzava qualche tempo fa. L'affare si chiuderà entro pochi giorni: il costo dell'operazione si aggira sui 50 milioni di euro.
A metà settimana Giulini raggiungerà Cellino a Londra per limare i dettagli di una trattativa che va avanti da circa tre mesi. Lo stesso Cellino, contattato dalla 'Gazzetta dello Sport', ha ammesso tutto: "Siamo a buon punto. Il fatto che questa operazione sia rimasta segreta a lungo, mi ha dato una conferma sulla serietà delle intenzioni di Giulini. Gli faccio i miei migfliori auguri, ha entusiasmo per fare meglio di me".
E mentre l'ex presidente, divenuto da qualche mese proprietario del Leeds, dirà addio - con qualche rammarico - alla sua creatura, Giulini prenderà in mano una società con i conti a posto e una rosa di calciatori molto valida dal punto di vista tecnico. L'imprenditore milanese, 37 anni, rileverà anche il centro tecnico di Assemini. Ed è proprio ad Assemini che risiede la società dei Giulini, la Fluorsid, che si occupa, fra le altre cose, di attività in campo minerario. Nel nuovo asset potrebbe trovar spazio anche Mariano Delogu, ex presidente dei sardi, che sta seguendo la vicenda da un punto di vista legale.

0 commenti: