Header


Domenica di “gioia sportiva”per i tifosi della Pro Patria che festeggiano il ritorno in Prima divisione del Padova. Inutile nasconderlo, quella promozione  ai danni della Pro Patria brucia ancora per il modo con la quale è avvenuta. Brucia ancora il ricordo di quel tatuaggio inciso sul braccio della presidentessa del Padova sfoggiato a fine partita dopo che nessuno avrebbe scommesso un euro sull’esito della partita. Invece, chi lo fece, ora è milionario e forse non sono così in pochi! Ma, potrebbe non essere finita qui. Novara e Varese, altre due “nemiche” storiche della Pro Patria non se la passano bene. Al momento giocherebbero il play out per non retrocedere in Lega Pro e solo un miracolo nell’ultima giornata di campionato potrebbero liberarle dal triste destino. Il Varese riceverà in casa il Siena lanciato verso i play off e il Novara andrà nel catino bollente di Bari, altra pretendente agli spareggi per la promozione.

In caso di mancata vittoria, sarà play out e una delle due farà ritorno allo Speroni per un derby infuocato che manca da troppo tempo. Dopo l’annata camomilla vissuta in questo insulso campionato, tornano i vecchi tempi allo Speroni e i motivi per vivere la domenica allo stadio non mancheranno.

Delusione per Mirko Bruccini che a differenza del suo ex compagno Devis Nossa, non raggiunge la serie B con la Cremonese che anche quest'anno vede sfumare il sogno ai play off. Giocatori contestati a fine gara e addii previsti per Moreno Zocchi e Gigi Simoni che non riescono nell'impresa. In finale, con al Pro Vercelli, va il Sud Tirol una sorpresa più per il nome non quotato a inizio torneo che per i meriti ottenuti dalla squadra di mister Rastelli, un vero mago della categoria.

Intanto,  guardando in casa nostra, il patron fa sapere che potrebbe essere questa la settimana che definirà il termine della trattativa in corso “nel bene e nel male”come lo stesso patron specifica. Ma, noi non abbiamo nessun dubbio che tutto andrà bene, per cui forza Pro Patria, una stimolante stagione ti aspetta.

0 commenti: