Header

Di seguito il comunicato con il quale patron Vavassori convoca una selezione di giornalisti/avvocati rappresentanti e appartenenti alle cordate e tutti  i tifosi ( incontro pubblico aperto a tutti) allo stadio domani alle 16,30 (orario difficile per chi lavora, ma lo slot è fino alle 19)per verificare i documenti relativi alla mancata cessione societaria.

COMUNICATO STAMPA
Con la presente invito i sigg. Peron, Linari, Brazzelli Lualdi, Vergani, Golda Perini, Pugliese, Vissoli, Romani, Rimoldi e tutti coloro che sostengono di aver presentato proposte per l’acquisto della Pro Patria a partecipare domani alle ore 16.30 (ma vi aspetto fino alle h. 19 se necessario) presso lo  Speroni, ad un confronto pubblico aperto per CHIARIRE UNA VOLTA PER TUTTE COME SONO ANDATE LE COSE.
Tutta la stampa e la tifoseria avrà così, finalmente, modo di vedere CHI E QUANTI SI SONO REALMENTE PRESENTATI CON LA FIDEJUSSIONE PRONTA e quanti invece hanno solo promesso di presentarla dopo 15/30/60/90 giorni. Documenti alla mano vedremo chi ha detto la verità e chi no, chi fa solo chiacchiere, scredita e disinforma, il tutto, ovviamente, per il bene della Pro Patria!
Come ho sempre detto, la cessione non è avvenuta perché IN UN ANNO DAL MIO ANNUNCIO DI DISIMPEGNO NESSUNO SI È PRESENTATO CON LA FIDEJUSSIONE, che si ottiene in sole 48 ore da qualsiasi banca. Altro che i tempi tecnici invocati dall’illustre avv. Rimoldi (a cui chiedo anche il favore di portare domani la sua fantomatica offerta del 7 febbraio per poterla vedere anche io, visto che non l’ho mai ricevuta).
Propongo un patto: se qualcuno è in grado di dimostrare con fatti e documenti che ha presentato la fidejussione e io ho rifiutato di concludere l’accordo, mi impegno a regalargli la Pro Patria (previa sostituzione della fidejussione che, alla fine, ho dovuto presentare io in 24 ore!!). In caso contrario le persone sopra citate pubblicheranno a loro spese una pagina formale di scuse nei miei confronti su Prealpina, Provincia di Varese, Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport. PERCHÉ I TIFOSI HANNO DIRITTO DI CONOSCERE LA VERITA’!
Non servono dimostrazioni di piazza perché me ne vada da Busto. E’ molto più facile: basta un semplice foglio chiamato FIDEJUSSIONE. Portatemelo però! E io sarò felice di togliere il disturbo. Così ci potrà essere il tanto agognato  “rilancio” di cui parla l’avv. Rimoldi nella sua intervista. Noi in fondo abbiamo vinto “solo” due campionati, mentre il suo direttore sportivo con la Pro è riuscito a incamerare un fallimento, una retrocessione, un fallimento tecnico l’anno dopo, una retrocessione a Lecco ed un esonero alla Pro Sesto. AUGURI!!!
Vi aspetto tutti domani.
Pietro Vavassori

0 commenti: