Header

magnani-reggio

E’ il momento di giocare a carte scoperte

La pazienza ha un limite oltre il quale anche la logica non può andare. E’ il momento che il presidente Barilli annunci in modo ufficiale quelli che sono i progetti per la Reggiana iniziando ovviamente dallo staff tecnico per arrivare ai giocatori. I reggiani hanno aspettato con pazienza, accettato le giustificazioni del caso, seguito le vicende Vavassori, Pro Patria, Barilli e quant’altro dai media ma ora è il momento di mettere dei punti fermi. Certo, che il mercato potrà anche stravolgere le atuali certezze ma non si può più rimanere sospesi nel vuoto, figli di nessuno. E’ anche una questione di rispetto, perché forse chi se l’è dimenticato, vorrei ricordare che stiamo parlando di un’azienda atipica. Una società che produce calcio e sentimenti. Di ciò che fa Vavassori con l’Italimprese ne risponderà a se stesso, ai sindacati e ai suoi dipendenti. Ciò che fa Barilli con la Reggiana ne deve rispondere alla Reggio sportiva. E’ il momento di estrarre dal cassetto i programmi per la prossima stagione e le scelte che sono state fatte, spiegando le ragioni di queste scelte. E si dica la verità ai reggiani, bella o brutta che sia, iniziando a riprendersi un briciolo di credibilità. Del resto le frasi ad effetto lo abbiamo già tutte sentite: dal risanare i conti, alla valorizzazione del settore giovanile, alle stagioni di transizione.
Wainer Magnani ( Gazzetta di Reggio)

0 commenti: