Header



Mister Oliveira : "Siamo stati molto aggressivi all'inizio, poi siamo calati in quanto abbiamo risentito della gara di Pavia. Per vincere le partite non dobbiamo regalare niente a nessuno. Abbiamo dimostrato di saper soffrire, ma anche giocare bene a calcio. Abbiamo ragionato sugli errori dello scorso turno e oggi siamo stati compatti e più attenti. Ho cambiato Panizzi in quanto era ammonito e non volevo rimanere in dieci. Parto per due giorni e mezzo in Sardegna dai miei figli, lo devo fare ogni mese per problemi famigliari. Sono passato a tre difensori  come fanno in molti in questa categoria con risultato positivo. La mia squadra sta crescendo bene e i risultati degli scorsi turni sono bugiardi Dobbiamo essere meno ingenui, Giorno si è fatto espellere per troppa irruenza, Candido nel primo tempo poteva procurarsi un rigore, se fossi stato io al suo posto sarei caduto in area cercando il rigore. Onore al capitano che correva per tutto il campo, non per niente mi sembra che ci chiamate tigri, o meglio tigrotti".

Mister Pala(Albinoleffe): "Fino all'espulsione la Pro Patria è stata più guardinga e noi abbiamo cercato di offendere. Poi, anche in 10 abbiamo rischiato poco e creato occasioni con Aurelio e Momentè. Abbiamo cercato di rischiare alla fine, ma l'episodio del primo tempo ha condizionato la partita. La Pro Patria non ha rubato niente, con la Torres l'ho vista e non meritava di perdere e con il Pavia ha dimostrato di avere un'anima. Peccato che sia a Cremona, sia a Busto siamo rimasti in dieci. Non sempre va bene e oggi paghiamo con la sconfitta. Non siamo venuti a Busto con un approccio sbagliato a livello psicologico, siamo venuti qui con grande rispetto sapendo la forza dei bustocchi".

Cannattaro  (Pro Patria):"Ho avvertito crampi per il molto correre, ma sono felice per la mia prestazione. Grazie a Lamorte mi sono trovato meglio in campo, mi guidava con la sua esperienza. Lavorare vicino a Oliveira è davvero utile, ci guida dall'alto della sua esperienza. Le critiche aiutano a crescere, ma dopo la gara di oggi le critiche sarebbero senza senso. Giocare con i professionisti prende importanza ottenere i tre punti, questa è la maggior differenza rispetto al calcio giovanile".

Candido (Pro Patria):" Il mister mi ha detto che avrei dovuto cercare il rigore sul contatto in area, ma a mio avviso. l'arbitro mi avrebbe ammonito per simulazione. Ho cercato di aiutare la squadra tenendo alta la squadra e far ammonire i difensori avversari. Ho sentito il calore del pubblico, un'atmosfera bellissima. Mai mi era successo di avvertire un calore così forte da parte, è stato il dodicesimo uomo in campo".

0 commenti: