Header


 La Pro Patria perde per cinque a tre in casa del Pavia in una gara a due volti. Nel primo tempo i locali trovano la tripletta nei primi quindici minuti e la Pro Patria dorme per tutto il tempo. Nel secondo tempo i tigrotti rientrano in campo rinfrancati e nel giro di pochi minuti si portano sul tre a tre con reti di Serafini, Candido e poi ancora Serafini su calcio di rigore. L’impresa dovrebbe dare sicurezza ed entusiasmo ai ragazzi, invece sui successivi attacchi dei pavesi la diga crolla ancora due volte consegnando loro la vittoria finale.

Pro Patria da rivedere in difesa dove il portiere Perilli non offre garanzie, Panizzi assolutamente negativo e Anderson che non garantisce quel valore aggiunto che si chiede ad un giocatore non alle primissime esperienze. A centrocampo Ulizio conferma quanto da noi detto in passato, ossia che non è maturo per questa categoria, Cannataro fa quel che può, ma certamente non brilla e in panchina non c’è nessuno a cui far riferimento in quanto i regalini giunti da Reggio sono arrivati infortunati e infortunati rimangono.

Occorre intervenire con urgenza sul mercato per rinforzare queste lacune, diversamente dopo due campionati vinti ( o almeno uno vinto e l’altro ove siamo stati promossi dietro al Monza) e uno terminato in zona play out graziati solo da regolamento che prevedeva solo vincitori e non vinti, la parabola vavassoriana potrebbe concludersi in maniera mesta con una retrocessione che al momento appare quasi annunciata.

Questa squadra ha perso con Giana Erminio, Torres e Pavia, pareggiando solo con il Lumezzane. Troppo poco e non sembra nemmeno che i rinforzi giunti finora a Busto siano sufficienti per ben sperare in quanto solo uno riguarda il reparto arretrato. Segnare tre reti in trasferta non è cosa di poco conto, ma incassarne cinque nel modo che abbiamo visto è del tutto preoccupante. Giocatori avversari che entravano in area indisturbati come coltello nel burro, difesa disorientata su ogni cross e portiere in bambola nel momento più importante del match sono realtà che non possono non essere considerate per le quali occorre rimedio immediato.
Pavia-Pro Patria:
Marcatori: Ferretti al 10', Soncin al 13', Cesarini al 14', Serafini al 46', Candido al 63', Serafini al 68', Cristini al 76',
PAVIA: Facchin, Sorbo, Ghiringhelli, Rosso, Cristini, Sereni, Cardin (1'st Biasi), Pederzoli, Soncin, Cesarini, Ferretti (34'st Carraro). Allenatore: Maspero.
PRO PATRIA: Perilli, Guglielmotti, Panizzi, Botturi, Anderson, Taino, Candido, Ulizio (1'st Giorno), Serafini, Cannataro (26'st Bianciardi), Terrani (17s't Baclet). Allenatore: Oliveira.
ARBITRO: Mastrodonato.
 
Flavio Vergani

0 commenti: