Header


Florenzi, giocatore della Roma dopo il goal segnato al Cagliari corre verso la nonna presente sugli spalti e la abbraccia dedicandole il goal. Un gesto che commuove gli spettatori per la spontaneità e per l'insolito pensiero. Appena rientrato in campo l’arbitro ammonisce Florenzi reo di aver esultato in maniera non regolamentare.
Una dimostrazione di ottusità al cubo che conferma quanto siano superati e vecchi i vertici federali che non sanno distinguere un’esultanza eccessiva e provocatoria da un gesto rivolto ad un familiare che mai avrebbe potuto offendere la tifoseria avversaria.
Stessa sorte sarebbe dovuta capitare a tevez per il ciuccio tenuto nelle parti intime per settanta minuti e poi “ciucciato”in diretta. Gesto che  da regolamento avrebbe meritato una ammonizione causa oggetto non autorizzato portato in campo, ma evitata grazie al buonsenso dell’arbitro. 
A voi offendono questi gesti? A noi no. Ci offende molto di più non saper distinguere il bene dal male, declinandolo sempre al peggio.

0 commenti: