Header

Questa sera alle ore 20,45 va in scena il terzo turno del campionato "spezzatino"con ospite del "Carlo Speroni"l'Albinoleffe.
Biglietterie aperte dalle ore 18 e gara trasmessa in diretta streaming da Sportube.
In casa Pro Patria si spera nei primi punti della stagione soprattutto grazie ai rinforzi giunti a fine mercato che potrebbero  prendere parte alla partita o a parte di essa. Parliamo della punta Baclet che ha esordito in biancoblù nella gara di Pavia, di Lamorte che potrebbe rilevare Botturi o Anderson e di Cannone che potrebbe prendere il posto di Ulizio che non ha brillato nelle gare fin qui disputate. Di seguito l'intervista ad Alessio Pala rilasciata al sito ufficiale della società bergamasca.

 La squadra bluceleste questa sera (calcio d'inizio alle ore 20.45) sfiderà in trasferta la Pro Patria. I bustocchi sono ancora a quota zero in classifica, ma questo non deve fare pensare a una sfida in discesa, come sottolinea Alessio Pala.

Mister, vietato guardare la classifica, soprattutto quella degli avversari.

alt“Non dobbiamo pensarci. Siamo all'inizio del campionato e in questa fase si deve andare oltre i risultati. Bisogna analizzare le prestazioni e la Pro Patria ha fatto bene anche se non ha raccolto nulla”.

I pericoli della Pro Patria sono soprattutto in attacco?

“Baclet mi sembra un attaccante forte fisicamente, molto bravo di testa; Serafini sa giocare a calcio e sa fare gol. Poi c'è Candido che è un ragazzo classe 1992 molto rapido. Al di là dei singoli, però, la Pro Patria è una squadra con un'anima”.

Soddisfatto dalle indicazioni arrivate dalla sfida con il Sassuolo?

“Quando si affrontano squadre più forti si gioca con più tranquillità e queste concedono un po' più di libertà. In Lega Pro la realtà è diversa, contano più il ritmo e la quantità”.

Ha sciolto gli ultimi dubbi di formazione?

“In difesa e a centrocampo la formazione non si discosterà molto da quella vista a Cremona. Dovremo cambiare qualcosa in attacco vista l'indisponibilità di Pesenti per infortunio e di Corradi per squalifica, cosa che, per inciso, non deve più accadere. Inoltre valuteremo le condizioni di Vorobjovs dopo alcuni giorni passati in nazionale”.

Potremmo quindi assistere all'esordio di Momentè?

“Ha le caratteristiche per essere della gara, mentre devo fare ancora della valutazioni sulla seconda punta”.

Per concludere: due gare in quattro giorni. Cosa cambia nei vostri piani?

“Cambia poco. Dobbiamo concentrarci solo sulla gara di domani e da giovedì penseremo al Como. In questa fase del campionato contano l'attenzione e la forza mentale. La testa fa la differenza”.


0 commenti: