Header

La Pro Patria pareggia per due a due con la corazzata Novara ottenendo un punto che vale una vittoria.
A inizio partita si scommetteva su quanti goal avrebbe segnato il Novara per asfaltare la Pro Patria e per i più ottimisti solo sorrisi ironici e arie di compatimento.
Qualcuno in tribuna stampa ha azzardato un "oggi fa tripletta Baclet", ci è andato vicino visto che l'ex novarese ha servito la sua vendetta sportiva con una doppietta fantastica e una prestazione commuovente per abnegazione e qualità.
I novaresi dei vari Miglietta, Gonzales, Evacuo e Pesce hanno avuto dalla loro anche un arbitro che ha fatto di tutto per favorirli. Tale Boggi di Salerno, figlio d'arte ma che dal padre ha preso proprio pochissimo. Con lui due segnalinee di Reggio Emilia tanto per non farci mancare niente.
A fine gara i più commentavano che il Novara andava a due all'ora e che probabilmente ha problemi di non identificata natura. Non si fa così. Se all'inizio della gara ci dovevano asfaltare e non l'hanno fatto, addurre a scusanti a fine match è irrispettoso verso chi ha avuto il merito di crederci, lottare e vincere, si perché oggi la Pro Patria ha vinto.
Il Novara non ha vinto perché la Pro Patria ha strameritato il pareggio, Punto.
Peccato per i soliti errori di ingenuità che hanno facilitato i novaresi dopo il ko iniziale infertogli da Baclet,
Non importa se ci fossero o meno gli estremi per il calcio di rigore, quello che conta è l'ingenuità con la quale si è gestita la situazione.
 Bastava interpretare diversamente una fase di gioco non pericolosa per la porta bustocca e niente sarebbe accaduto. Troppa irruenza, poca riflessione e tanta ingenuità sono un invito a nozze per i veteraniche popolano le squadre di alta classifica. Occorre crescere anche con la testa oltre che con i piedi e il fisico.
Serviti anche le malelingue che dopo l'uscita di Lamorte per infortunio si divertivano ad immaginare come sarebbe finita tra Zaro e Gonzales o tra Zaro e Evacuo prospettando scenari apocalittici.
 È finita che il nostro granatiere si è esaltato e i due super eroi non hanno visto la boccia.
Insomma un pomeriggio nel quale si è rivissuto l'antico spirito tigrotto che nella sfida tra Davide e Golia ha permesso ai tigrotti di vincere ai punti.
Bello rivedere la tribuna ospiti piena e bello sapere che eravamo in 1400.
Era da tempo che non ci divertivamo come oggi.
Flavio Vergani

0 commenti: