Header

Si alza la protesta dei genitori del settore giovanile della Pro Patria che come riporta "la Prealpina" non le hanno mandate a dire al responsabile Massimo Venturini. I genitori dei Giovanissimi del 2001 dopo aver cambiato quattro allenatori sono sbottati e minacciano lo sciopero in occasione della gara di domenica con il Pavia. Dopo lo sciopero del vin brulè, lo sciopero dei ragazzini del settore giovanile ex eccellenza nazionale vantata dal patron. Ora di eccellente c'è solo l'incertezza e il disorientamento che dalla prima squadra arriva alle giovanili. Ultima novità, da oggi per giocare nella Pro Patria serve pagare: 250 euro per il materiale sportivo e 70 euro di abbonamento per il pullmino che effettua servizio di trasporto degli atleti da casa al campo di allenamento. Circa mille euro all'anno per ragazzo. Insomma, per giocare occorre pagare, lo si sappia fin da subito per non sorprendersi dopo.
Flavio Vergani

0 commenti: