Header

Si scalda la sala stampa nel dopo partita quando un paio di prime firme dei più noti quotidiani locali mettono alle strette Lulù Oliveira chiedendo i motivi della mancata convocazione dei dissidenti Arati e Botturi.  La risposta del "Falco"è la solita, ma il seguito questa volta è diverso: “Non chiedete a me ma alla società, risponde l'allenatore  tigrotto”. Antonelli è presente ma non apre bocca. Ma i giornalisti incalzano, alzano  la voce e invitano caldamente mister Oliveira a dimostrare di "avere le palle" facendo giocare i due esclusi a prescindere dalle indicazioni del governo ombra.
 La stampa presente si compatta e più o meno tutti fanno presenta al mister che questa scelta è dovuta, visto che influisce  direttamente sulla sua performance.
Oliveira dopo aver ascoltato lo sfogo replica con un sibillino: "È la prima volta che mi sostenete".  
In settimana vedremo se "il Falco" troverà il coraggio di sfidare le decisioni dell'"Innominato brianzolo" a difesa della sua autonomia gestionale.
Tornando a parlare di calcio, mister Oliveira commenta:"Voglio parlare dell' arbitro per prima cosa il quale non ha visto troppe cose a nostro favore. Non vedono quello che devono vedere ormai da troppo tempo".
Per quanto riguarda la prestazione aggiunge: " I ragazzi hanno ancora in testa la trasferta di Como, troppa paura nel far girare la palla. Siamo ingenui nelle espulsioni, non sappiamo temporeggiare, non sappiamo gestire le palle scoperte. Sono fondamentali delle scuole calcio! Ė da sempre che insegno queste cose, ma non vedo miglioramenti. Abbiamo giocato meglio nel  secondo tempo per i maggiori spazi che avevamo. I miei giocatori dicevano che vedevano avversari in ogni parte del campo, questo perchė loro si muovevano meglio in  rispetto a noi. Per salvarci dobbiamo cambiare atteggiamento"




Melillo(portiere Pro Patria)
Melillo (portiere Pro Patria): "In dieci abbiamo giocato meglio che in undici  Certo è che ci manca un leader, parliamo poco tra di noi e  mancano i giusti movimenti. Regaliamo troppo agli avversari, anche se questa volta ci ė andata bene. A Busto mi trovo bene anche se manca il sole delle mie zone, sono ancora in albergo e questo mi causa qualche disagio".


Albė (allenatore Giana Erminio): " Il nostro ė un calcio sano, siamo una realtà diversa dalla vostra, arrivando qui ho visto lo stadio e conosciuto la storia della Pro e devo dire che è un altro pianeta.
Nel secondo tempo abbiamo giocato male, la Pro pressava bene e devo dare atto che sono stati bravi a contenerci. Abbiamo sbagliato molto soprattutto nel primo tempo. Serafini ė fantastico ė l' Ibrahimovic della categoria. Ha fatto recuperi difensivi incredibili, ha preso palla di testa e offerto occasioni ai suoi compagni. A riguardo dell'arbitro dico che sono tutti permalosetti, molti sono scarsi e sbagliano molto- In questa categoria pensavo di trovare più qualità di gioco, invece era meglio in serie D. Qui tutti giocano sulla seconda palla, pure il Bassano che è una ottima squadra, gioca in questo modo. Giocare a mezzogiorno è una sacrificio da accettare per sopravvivere a livello economico grazie ai contributi, rimpiango i vecchi tempi di tutto il calcio minuto per minuto quando l'orario delle partite era per tutti uguale.
Flavio Vergani

0 commenti: