Header


Antonelli riceve l'investitura da patron Vavassori
 Quando nella serata di ieri si è diffusa la notizia dell’arrivo di Fabio Tricarico alla Pro Patria la rete si è subito scatenata con interpretazioni di varia natura. Si è cercato di collegare l’arrivo dell’ ex centrocampista del Torino a possibili nuovi proprietari del club, ma soprattutto si è cercato di capire quale possa essere la sorte di Pippo Antonelli. Per qualcuno conviveranno in due ruoli diversi, per altri potremmo essere al passo di addio dell’ex tigrotto,  chiamato in causa solo per traghettare la società verso nuovi orizzonti.

Per molti il destino di Pippo sarebbe segnato dopo le dichiarazioni rilasciate  nel post gara con il Novara, che pur essendo a nostro avviso normali e dovute, diventano per i tifosi “coraggiose” visto che la gestione Vavassori non ha mai gradito “voci fuori dal coro” a tutela di una integrità dell’ambiente che spesso ha toccato limiti persino esagerati con le negazione dell’evidenza.

“Comunque vada a finire, massimo rispetto per Antonelli , per quello che ha fatto e detto” è questa la sintesi dei messaggi di stima lanciati in rete, qualcuno ha anche ammesso di non aver avuto fin da subito particolare stima di Pippo, vista la geneticità della scelta e la sua provenienza, per poi ricredersi di fronte alla schiettezza, merce rara nell’ambiente bustocco da qualche tempo a questa parte.

Quindi unanimi elogi per Antonelli con la speranza che possa far parte del futuro della Pro Patria, se non fosse così il nuovo arrivato dovrà impegnarsi al massimo per far dimenticare chi era nel cuore della tifoseria da giocatore ed ha saputo farsi apprezzare anche da dirigente, nonostante il poco tempo a lui concesso.

Flavio Vergani

0 commenti: