Header


La Pro Patria ha ripreso ieri gli allenamenti trovandosi sul “groppone”le due giornate di squalifica per Baclet che salterà così le sfide salvezza con Giana Erminio e Lumezzane. Inutile appellarsi a prove televisive e alibi di seconda mano, chi gioca a calcio da una vita sa perfettamente che le sceneggiate in area di rigore o fuori sono all’ordine del giorno, occorre farsi furbi e non cadere nelle trappole tese. Fosse stato un giovane, forse avremmo avuto più comprensione, ma da uno navigato come Baclet non ci si aspettava tale ingenuità.
Punto due : facciamo fatica a capire il programma di lavoro della squadra di mister Oliveira. È vero che sono state giocate due partite in una settimana nella gara precedente l’infausta serata di Como, ma concedere alla truppa un week end lunghissimo di vacanza (da venerdì sera a martedì mattina) ci sembra davvero esagerato e ingiustificabile.Vista la deficitaria tenuta atletica della squadra e visto che la Pro Patria ha nelle gambe pochissimi giorni di ritiro, ci sembra davvero strana tutta questa voglia di vacanza.
Vero che mister Oliveira ha necessità di tornare in Sardegna frequentemente per motivi personali e che l’assenza di un secondo rende difficile organizzare l’allenamento, ma occorre con urgenza trovare una soluzione a questo in quanto la situazione non crediamo autorizzi a vacanze stile scolastico.
Situazioni che dovrebbero essere gestite da un presidente che nel nostro caso è “missing”, o da un direttore sportivo (Tricarico) che viene segnalato in Cina per motivi di lavoro, o da un direttore generale(Antonelli) che sembra depotenziato dopo l’arrivo di Tricarico.
Chi paga? Chi decide? Chi gestisce?
Nessuno per le ultime due domande, qualcuno speriamo per la prima. Tutto questo favorisce l’anarchia gestionale e i risultati sul campo sono sotto gli occhi di tutti.
Davvero non c’ è fine al peggio. Si diceva in passato che l’acqua a Busto va verso l’alto per come i tifosi avevano gestito il rapporto con Vavassori. Oggi abbiamo la conferma di quessto è proprio da quello che sta avvenendo in casa Pro Patria. E non per colpa dei tifosi…

Flavio Vergani

0 commenti: