Header

L'Aurora Pro Patria ha voluto sottolineare quanto già qui fatto nei giorni scorsi a riguardo della citazione riportata sul Corriere della Sera della nostra Pro Patria a noi segnalata con grande tempismo da Christian Crespi.
Si coglie occasione per riproporre la foto di Papa Francesco con la maglia della Pro Patria fotografato durante la gita a Roma organizzata dal Pro Patria Club. In quell'occasione fu davvero bravo il nostro presidente Roberto Centenaro che riuscì con la velocità di una tigre a calibrare un perfetto lancio della maglia che cadde nelle mani di Papa Francesco, dando modo a Roberto Blanco e ad altri fotografi presenti di ritrarre l'episodio. Il tutto favorito dalla leggendaria Cristina Castelli che in quel momento stava consolando un bambino che piangeva. Il bambino ha attirato l'attenzione del Papa che si è fermato per una veloce carezza. Un rallentamento che ha permesso a Centenaro di centrare l'obiettivo.
Purtroppo questa citazione giunge a nostro avviso con ingiustificabile ritardo. Infatti,a quei tempi la società non si dimostrò per nulla interessata al fatto, quando invece ne avrebbe potuto costruire un evento mediatico di grande portata. Ne parlavano tutti, tranne chi avrebbe potuto e dovuto stimarsi di rappresentare quella gloriosa maglia. Questo fatto lasciò tutti delusi e atterriti di fronte a tanto disinteresse.
Neppure venne chiesto un ingrandimento della foto per essere esposta nella sede societaria e questo fu davvero una scelta incomprensibile.
Ci fa piacere ora leggere questa citazione che ci rende orgogliosi per questa chicca di storia "made in Pro Patria Club" e grazie anche e soprattutto a Lorenzo Pisani, tifoso storico delle tigri, che fece l'impossibile per organizzare quella stupenda trasferta e quindi meritevole di ogni ringraziamento per quello che è riuscito a fare per tutti noi.
 
COMUNICATO STAMPA AURORA PRO PATRIA

Aurora Pro Patria tra Vaticano e Quirinale

Dopo la foto, ormai storica, dell’estate 2013 targata Roberto Blanco (fotografo ufficiale di Aurora Pro Patria 1919) che ritrae Papa Francesco con una maglia della Pro Patria sulla spalla, ecco un altro curioso episodio che ci vede coinvolti all’interno dei racconti della politica italiana, concentrati ora sull’elezione del nuovo Presidente della Repubblica.


Sul Corriere della Sera di martedì 3 febbraio è apparsa un’intervista a Filippo Andreatta, figlio di Beniamino, grande amico dell’attuale Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in cui si parla anche di Pro Patria.


Filippo Andreatta, attuale docente di Scienza Politica all’Università di Bologna, racconta del padre ai tempi della Dc quando, con Sergio Mattarella e Leopoldo Elia formava un " trio molto affiatato" anche nell’Arel (Agenzia di Ricerche e Legislazione, fondata appunto da Nino Andreatta). Questo il ricordo di Filippo Andreatta che ci vede protagonisti nei pensieri dell’attuale Presidente della Repubblica: "Con Elia, «persona di grande arguzia», era un attimo passare dalle dotte analisi sulle riforme istituzionali alla formazione della Pro Patria Calcio del ‘29 snocciolata con la velocità di una mitragliatrice".

A questo punto possiamo pensare che, oltre che per Palermo ed Inter, Sergio Mattarella possa avere ricordi piacevoli anche della nostra Pro Patria, argomento di dialoghi tanto interessanti in compagnia di amici, con i quali si è soliti condividere, oltre agli oneri politici, anche le passioni.

Cogliamo dunque l’occasione per augurare un buon lavoro a Sergio Mattarella e, qualora lo vorrà, lo aspetteremo a Busto Arsizio
.

UFFICIO STAMPA AURORA PRO PATRIA








.
  









  


 

0 commenti: