Header


Il nuovo arrivato Cosmo Palumbo è piaciuto in campo, ma anche fuori dal campo con la dichiarazione resa alla stampa: “Non conosco questo girone, ma se Pavia e Novara sono candidate a vincere il campionato, allora anche noi possiamo salvarci”.
Una botta di autostima importante per una squadra che non sempre ha mostrato questa sicurezza nei propri mezzi. Spesso è dalla “testa” che nascono le energie che cambiano una stagione e il contributo di Cosmo ci è particolarmente piaciuto.
Lo stesso Pisani ha dato certezze con la sua sola presenza in campo. Sempre vicino a Botturi ha trasmesso a lui e a tutti una presenza forte e carismatica. Calzi, Serafini, Baclet e lo stesso Bovi hanno il compito di caricarsi sulle spalle questa squadra iniettandole certezze e sostenendola nei momenti difficili. Serve correre anche con la testa e non solo con le gambe.
A proposito, Pisani e Palumbo hanno rubato l’occhio nella gara di ieri, il tasso tecnico si è indubbiamente alzato. Ma il dubbio che questa squadra nasconda altre doti tecniche sotto una preparazione fisica scadente è realtà di tutti i giorni.Sono stati cambiati 4 allenatori e due direttori sportivi, oltre che una presunta nuova proprietà, ma ancora siamo al ritornello della preparazione fisica da perfezionare. Questo ci sembra assurdo e inaccettabile. L’alibi del ritiro affrettato deve essere spazzato via. Ci sono stati cinque mesi per lavorare e ritrovare lo smalto atletico, non è possibile ricorrere ad ulteriori giustificazioni. Di chi sono le colpe? Si faccia chiarezza fin da subito.
Tutti gli allenatori giunti a Busto hanno preso atto di una forma fisica scadente. Come mai ancora persiste questa situazione?
La Pro Patria disputerà i play out, ad andare bene, quindi occorre avere certezze da subito sul programma di lavoro che dovrebbe e deve portare i tigrotti con  benzina nelle gambe in occasione di questi due match di vitale importanza.
Se si avessero dei dubbi su come farlo si chieda consulenza al professor Simonelli, ora a Reggio, visto che di queste cose se ne intende. Crediamo che, amicizia per amicizia, la Reggiana possa dare consulenza gratuita  anche in questo campo, visto anche gli ultimi favori da parte della Pro Patria che ha sfoltito la rosa reggiana a costo zero, dopo averla rinforzata  con un offerta speciale in quanto a qualità e prezzo.
Una mano lava l’altra senza che il budget ne soffra. Sarebbe davvero un fallimento per tutti non abbinare una promozione con una salvezza. Che razza di collaborazione sarebbe stata? Se non basta lo scambio di giocatori per ottenere gli obiettivi comuni ci si scambi notizie o quel che serve per far correre chi da inizio campionato nei secondi tempo passeggia, o giù di lì. E non sempre o per forza per colpa dei calciatori...

Flavio Vergani

 

 

0 commenti: