Header


Mister Montanari è uomo ricco di "charme", pacato e con l'optional del sorriso che spiazza e sdrammatizza con eleganza.
L'entusiasmo dei giornalisti lui la chiama normalità: "Abbiamo fatto una partita normale, facendo quello che serve per giocare a calcio". A chi dice di aver visto tranquillità in campo, il mister replica: "La tranquillità occorre trovarla in settimana cosa che ci ha consentito di reagire nel modo migliore centrando la vittoria. Il risultato ci da la possibilità di respirare, sono soddisfatto di come abbiamo giocato e mi riferisco anche a chi non è sceso in campo ma in settimana si è allenato al meglio. Prendiamoci l' uno a zero e anche se potevamo arrotondare, per ora va bene così.Abbiamo vinto contro una squadra che veniva da una serie positiva importante e che aveva realizzato più punti di tutti nel girone di ritorno
Non so se cambierò il modulo sabato prossimo, vedremo anche come si proporranno i prossimi avversari. Il cambio di Candido? Loro avevano in campo quattro attaccanti , per cui io ho risposto con cinque difensori. Per salvarci dobbiamo avere sempre un difensore in più rispetto ai loro attaccanti. Così non abbiamo rischiato niente. Nel calcio la cosa difficile è fare un goal poi ci si deve adeguare per portare a casa la vittoria. Tutti, nuovi e vecchi, ce la stanno mettendo tutta per centrare la salvezza."
A riguardo dei nuovi arrivati mister Montanari aggiunge:" Non conoscevo i giocatori che prima giocavano nella Pro Patria certo è che trovare un Pisani che segna e un Palumbo pilastro di centrocampo vuole dire che un po' di qualità in più è arrivata.


Andrea Pisani , goleador di giornata:"Che emozione tornare dopo il 2009 ! Non è come tornare con l'Arezzo. L'istinto mi ha portato subito sotto la curva dopo il goal, un riflesso automatico. Dovevamo s are una svolta al campionato e ci siamo riusciti, anche se a Novara non eravamo morti e ho visto anche in quella gara una Pro Patria con la voglia di lottare.
Occorre dare entusiasmo al nostro "Speroni" che può darci la spinta in più come sempre accaduto nel passato. Dobbiamo pensare di domenica in domenica, siamo tutti bravi ragazzi, lottiamo con il cuore è quello che verrà verrà. Lo spirito è quello giusto, ce la possiamo fare".
Flavio Vergani

0 commenti: