Header


Siamo ancora qua…eh già…era questo il testo della canzone di Vasco Rossi che qualche anno fa divenne l’inno della Pro Patria per celebrare lo scampato pericolo dell’era Tesoro e la salvezza dopo i 13 punti di penalizzazione. Più che parafrasare Sally e chiedersi se siamo in equilibrio sulla follia, ci viene spontaneo chiederci se siamo ancora qua, oppure se siamo da un'altra parte.

Dopo che più di mezza Pro Patria e il suo staff è stata traslata a Reggio, dopo che metà Reggio Emilia è stata traslata a Busto, dopo che patron Vavassori ha dato in affidamento la Pro Patria a noti e al tempo stesso non identificati personaggi con un piede a Busto e uno a Monza, ci si chiede se siamo ancora qua, oppure se senza accorgercene siamo da un'altra parte.
Guardando il sito ufficiale della Pro Patria appare una foto di Novara Pro Patria con il logo del Novara. Sul sito di quale squadra accade questo?
Siamo ancora qua o siamo da un’altra parte?
È stato chiesta udienza al nuovo presidente per un incontro con i tifosi da una settimana, non abbiamo ricevuto risposta, nonostante i solleciti, dopo che identica cosa era accaduta nel richiedere un incontro con Vavassori. Siamo ancora qua? Oppure siamo andati di là?
 In equilibro sulla pazzia? Oppure sprofondati nella pazzia?
A Novara mancava il nostro presidente, ma c’erano gli uomini mercato della Reggiana e altri, sempre della Reggiana, sono stati avvistati in zona stadio nei giorni seguenti. Siamo ancora qua o siamo la metà di una multiproprietà?
Ci si stupisce dei comitati di accoglienza, ma cosa si fa per confermare un’altra realtà.
Chi si illude che tutto possa essere vissuto come normalità senza farsi venire il dubbio del motivo per cui che quel che sta accadendo qui non è mai accaduto in nessun'altra città. Si possono smorzare i toni per rendere favorevole l'ambiente per cercare insieme la salvezza e far finta di niente, ma a tutto c'è un limite. Cosa si sta facendo per dimostrare il contrario di quanto il comitato di accoglienza ha fatto notare?
L’impressione è che siano rimasti qua solo i tifosi, il resto vive in un’altra realtà.
Fateci un favore, togliete almeno le foto dal sito brandizzate con il logo del Novara. È ripugnante.
Toglietela per rispetto verso chi è da sempre qua e ci tiene alla propria dignità.
Siamo ancora qua? Eh già...nonostante molti pur di vincere sono andati di là. In cerca di quello che non avranno mai: la nostra passione, quella vera che non cambia i colori incisi nell'anima. Gente che rimarrà sempre qui anche in serie D piuttosto che correre dietro altrove alla serie B. Legami forti che non si comprano, si ereditano e solo chi ha avuto la fortuna di averli ricevuti ne può capire il valore. Tutto il resto si può comprare o vendere, affidare o affiliare, adottare o compartecipare, ma non è la stessa cosa. Siamo ancora qua?  Noi si...voi?
Flavio Vergani

0 commenti: