Header


 Due trasferte con quattro reti all’attivo è “tanta roba”, ma i cinque subiti annullano quasi del tutto l’impresa.
Vizi e virtù ormai consolidati di una squadra che sa solo offendere. D’altra parte, basta guardare la distinta della formazione. In campo l’inossidabile Serafini con il giovane Terrani che sembra rinato a nuova vita con le belle prestazioni degli ultimi tempi. In panchina D’Errico, “il Balotelli della Lega Pro”, con Brunori, giovane nazionale, Baclet un attaccante vero e Casolla.
Se identica abbondanza fosse riscontrabile in difesa l’equazione sarebbe perfetta, ma pur di vendere quello che c’era da vendere si sono fatte cessioni all’ingrosso: Mignanelli, Spanò, De Biasi, Andreoni.
Lo scorso anno mancava l’attacco per non essere le quasi cenerentole del girone, quest’anno manca a difesa per esserlo. Sembra sempre che manchi uno per far cento, o forse si è scelto di valere sempre e comunque novantanove, che con i novantadue e i novantaquattro permette sempre di fare tombola.
Qualcuno intanto sembra imitare i tigrotti seppur scegliendo un copione con un finale lieto, l’AlbinoLeffe sotto di tre reti a un quarto d’ora dal termine con il Venezia, centra la “remuntada” e impatta con i lagunari.
Pensate che i begamaschi nelle precedenti gare casalinghe avevano realizzato dieci reti, ieri in pochi minuti hanno realizzato il trenta per cento di tutti i goal casalinghi della stagione. Una impresa storica quella dei bergamaschi che sminuisce le imprese(negative)dei tigrotti anche in gare clamorose come Pro Patria Pavia.
Mercoledì si concluderà il trittico di trasferte per i tigrotti che faranno visita all’Alessandria in lotta per la promozione. Ennesima gara durissima per gli uomini di Montanari sempre più insidiati dal Pordenone che ovviamente vincente su un demotivato Mantova sta cercando di cacciare all’inferno i tigrotti senza l’appello dei play out.
Intanto l’affilliata Reggiana pareggia in casa con la capolista Teramo e da l’addio ai sogni di primo posto. Per la squadra simpatia dell’ex (?)patron Vavassori il sogno serie B dovrà passare dai play off e non si esclude che la truppa di mister Colombo debba cercar fortuna nella nostra zona. 

Flavio Vergani

0 commenti: