Header



Chissà cos'è questa folle euforia allo Speroni sotto la pioggia, che batte testarda e di traverso, come a ricordare che il destino va per conto suo. Gioia incontenibile, coriandoli nell'aria e urla di guerrieri: come se avessimo vinto i Mondiali o giù di lì.

Abbiamo battuto il Lumezzane, abbiamo sconfitto il mondo, prima di tutto la rassegnazione dentro di noi. Abbiamo abbandonato il fondo della classifica e delle speranze per risalire senza paura.

Non abbiamo ancora perso nulla e scopriamo, tutti insieme, di non essere disposti a rinunciare a crederci.

Terrani creatore di gol di un mondo parallelo, Melillo "quinonsipassa", Pisani gladiatore e tutti, tutti artefici di una zampata di cuore. 

Sento persino urlare dalla balaustra: Novara, Novara, in omaggio al guardalinee. Un altro mondo è possibile, e noi non vogliamo conquistarlo, ma almeno dipingerlo di bianco e blu. 

Marilena Lualdi, giornalista de "La Provincia"

0 commenti: