Header


Se il campionato finisse oggi la Pro Patria sarebbe retrocessa. Pensate, proprio per colpa di quel punto di penalizzazione che come ogni anno viene assegnato alla società per il deposito ritardato della fidejussione.
Sarebbe una beffa incredibile, una società a posto con i conti pagherebbe cara una propria negligenza, anche se recidiva, con la retrocessione diretta.
Il Monza e il Novara precipitano in classifica dopo la vendemmiata di punti di penalizzazione assegnati tra ieri e oggi e vedono sfumare i rispettivi obiettivi che fino a ieri sembravano raggiunti, o quasi. La Pro Patria ha visto sfumare tempo fa una promozione certa per lo stesso motivo. Intanto in serie A il fallito Parma ha solo tre punti di penalizzazione e ci si chiede cosa abbia di diverso dai tredici inflitti alla Pro Patria ai tempi o ai sei del Monza che ha avuto recente analoga storia.
Misteri, ma anche disgrazie del calcio moderno, che premia il fair play finanziario non sempre in maniera chiara e paragonabile.
Sta di fatto che la Pro Patria sul campo sarebbe pronta a giocarsi i play out ( e non la salvezza diretta come letto recentemente da qualche parte), mentre rischia di perdere questa possibilità per colpa di una penalizzazione seguita a un capriccio societario.
Per un punto Martin perse la cappa? No, dai, non possiamo essere così sfigati.

Flavio Vergani

0 commenti: