Header

Perilli: 7
Gara perfetta con parata spettacolare che ha tenuto aperto il match. Incolpevole sulle reti del Lumezzane

Guglielmotti: 5,5
L'infortunio subito nel primo tempo lo frena e lo preoccupa, la sua fase di spinta viene a mancare. L'espulsione ne è una conseguenza.

Taino:6
L'ultimo ad arrendersi, fa quel che può ma oggi non era da lui che ci si aspettava la differenza

Pisani: 5,5
Stanco, in netto calo di condizione non è sempre brillante come ci aveva abituati.

Lamorte: 5
Sente "tirare" la gamba fin da subito con conseguente prestazione timorosa e opaca.

Botturi:5
Il  suo errore apre le porte della serie D ai tigrotti. il vizio di portar palla anche quando non si hanno i piedi è colpa grave

Calzi: 5,5
Lontanissimo parente del Calzi che conosciamo a causa di guai fisici che lo assillano, lento e poco propositivo non contribuisce al salto di qualità che ci si aspettava da uno come lui.

Candido: 6
Fa quello che può ma è sulle gambe da molto tempo dopo un girone di andata di alto livello. Si impegna, ma non basta.

Arati: 4,5
Lento, impreciso, timido e costantemente in difficoltà e non solo oggi.

Palumbo:6
Fin che ne ha cerca di dare ordine al disordine di centrocampo con qualche tentativo di tirare a rete, cala alla distanza

Baclet: 5
Ininfluente nonostante la fisicità che cerca di mettere sul piatto della bilancia. Appare provato già a fine primo tempo, una costante di troppi tigrotti

Serafini: 5,5
Paga la giornata storta del centrocampo ed è schiacciato nella morsa Belotti-Nossa. Non meritava un epilogo di carriera macchiato da una retrocessione. Forse ha creduto troppo a quel che nessuno credeva.

Mister Montanari: 5
Non convince la scelta Baclet e nemmeno il cambio di Arati con Terrani che di fatto ha sbilanciato la squadra consentendo al Lumezzane di ripartire con velenosa rapidità. Perde il duello con Nicolato che sembra abbia meglio sfruttato le debolezze dei tigrotti (la difesa) senza amplificarne i meriti (l'attacco)

0 commenti: