Header

Erano più o meno le 18 quando patron Vavassori iscriveva la Pro Patria in serie D. L'ennesima giornata febbrile che avrebbe dovuto sancire il passaggio della societá da Vavassori al gruppo guidato da Patrizia Testa stava terminando in un dramma sportivo con la non iscrizione della squadra. Cosa ē successo ? Non lo sappiamo, o meglio lo sappiamo ma le versioni riportate da chi era presente alla riunione sono talmente diverse fra loro che è arduo capire dove stia la veritá. Non entriamo nemmeno nei dettagli in quanto sarebbe superfluo, sta di fatto che Il presunto accordo raggiunto tra le parti era evidentemente mancante di qualcosa che ha impedito di mettere le firme sul passaggio societario.

Senza voler dare colpe o meriti a nessuno, quello che ci sconcerta é l'ennesima delusione subita dai tifosi dopo le rassicuranti informazioni ricevute nella giornata di ieri. Ci stupisce anche il fatto che a poche ore dalla firma ci possano ancora essere macro problemi come quelli filtrati dalla stanza delle trattative. E, ci riferiamo ad entrambe le versioni, qualunque di queste fosse vera. Ci fermiamo qui in quanto speriamo che la giornata di oggi sia servita per chiarire definitivamente quello che serve avere per comprare la Pro Patria e cosa serve fare per cederla. Chi sta trattando la cessione e l'acquisto sono persone serie per cui sanno cosa fare e se oggi è accaduto un imprevisto adesso ci sono dieci giorni per risolverlo.
Forza, vediamo di farcela per il bene di tutti 
Flavio Vergani

0 commenti: