Header



Come da noi anticipato, l'Amministrazione comunale ha emesso un comunicato per puntualizzare lo stato dell'arte della trattativa societaria.


Sono ore febbrili, non solo per responsabilità di Caronte, ma anche per le molte situazioni che le città della provincia si trovano ad incrociare con il calcio, purtroppo non giocato.

A proposito della Pro Patria, si conferma che l’Amministrazione segue con discrezione e collaborazione le vicende connesse all’iscrizione e all’eventuale passaggio di proprietà. Alla luce delle informazioni, spesso contraddittorie, che si alternano sui media, l’Amministrazione ha ancora una volta avuto ampia rassicurazione da Patrizia Testa e dai suoi compagni di avventura che persiste la volontà di contribuire concretamente alla iscrizione e alla gestione della Pro Patria.
A riprova di ciò, nelle giornate di ieri e di oggi, sono continuate le proposte orali e scritte, così come è già stato concretamente messo a disposizione quanto necessario a garantire l’iscrizione, anche eventualmente in collaborazione con l’odierna proprietà.
 
L’Amministrazione comunale, pur in assenza di convenzione sull’utilizzo dell’impianto, ha ufficialmente confermato e sottoscritto la dichiarazione di disponibilità del “Carlo Speroni” e dei terreni annessi per la disputa dei campionati. Nel pieno rispetto della libertà ed autonoma responsabilità di ciascuno, l’Amministrazione ribadisce che continuerà a seguire le vicende societarie con discrezione, ma attenta disponibilità, ricordando che, nelle pur difficili condizioni contingenti, il primario interesse della Città è la salvaguardia di ogni suo patrimonio, compreso quello non azionario o proprietario, ma simbolicamente significativo, della sua massima rappresentanza calcistica.
 
Sin d’ora va il ringraziamento sentito dell’Amministrazione agli sforzi di chiunque, in buona fede, ha consentito e consentirà alla Pro Patria di vivere, a cominciare ovviamente dal patron Vavassori e, in questo momento, da Patrizia Testa, la cui generosa passione non può certamente essere né strumentalizzata, né sottaciuta”.

0 commenti: