Header


Il dare il benvenuto alla nuova stagione è “grasso che cola” viste le premesse di poche settimane fa con giornate infuocate non solo a livello climatico, ma anche, nel nostro caso, calcistico.

Chi pensava d’iniziare una nuova annata con una nuova proprietà si è sbagliato di grosso seppur l’attuale proprietà aveva assicurato il contrario, facendo aleggiare pure il fantasma della non iscrizione in caso del non passaggio di mano. Della non sparizione del nostro “marchio” siamo grati ma questo certamente non ripaga delle mancanze della passata stagione che hanno portato al declassamento della Pro, il tutto per via dei numerosi tira e molla sulla nostra sorte futura che ha origine proprio dai ritardi dell’estate scorsa, con una squadra e una preparazione allestita in fretta e furia con i risultati che ben tutti conosciamo.

Di chi sia la colpa di tutta questa situazione lascio a voi la scelta; per capirci qualcosa bisogna fare proprie le parole che l’attore Kevin Spacey disse a Samuel L. Jackson nel film “Il Negoziatore”; quando Jackson, assediato nel palazzo dove cercava di scoprire chi l’aveva incastrato per appropriazione indebita e omicidio, chiese un’opinione a Spacey, che era il negoziatore, questi gli disse: “Io quando voglio scoprire come sono andati dei fatti cerco di reperire tutte le informazioni possibili e, dopo averlo fatto, traggo le mie conclusioni e mi faccio una mia idea”. Ecco, fate lo stesso pure voi e vedete un po’ cosa vi viene fuori.

A parte la digressione cinematografica la stagione nuova porta vecchie domande: che ne sarà della Pro? Continuerà l’attuale proprietà per tutta la stagione o vi sarà durante essa il tanto sospirato per tutti passaggio di mano? E se continuerà questa proprietà cosa ci dovremo aspettare? Sarebbero tantissime le domande che ci dovremmo porre; l’unica cosa buona che vedo è aver iniziato la stagione più o meno nei tempi prefissati senza i ritardi della passata stagione. Speriamo che a questi auspici corrispondano i risultati.

La nuova guida tecnica, Tomasoni, ha sparso oggi entusiasmo e ottimismo paventando una stagione senza patemi; ci permetta che al suo umore non corrisponda il nostro fiaccato da tante promesse mai mantenute. Mi sento di fare un in bocca al lupo a tutti, giocatori compresi, i quali sono quasi tutti per lo più volti nuovi o ragazzi provenienti dalle giovanili, nella speranza che qualche grande “vecchio” si unisca alla ciurma.

Non ci resta che stare calmi e sperare nel meglio e che finalmente anche la nostra Pro Patria abbia quella serenità che gli manca da anni.

Sempre forza Pro!

ANDREA D’EMILIO

0 commenti: