Header


Chiacchierata con il Presidente Centenaro a riguardo della situazione societaria

Sorpreso di quanto accaduto, oppure situazione  transitoria che ti tranquillizza?
Un po’ sorpreso a riguardo del cambio di rotta di Vavassori certamente, ma anche poco tranquillo. per l'evolversi della situazione. Iniziamo la stagione da separati in casa. Il marito se ne vuole andare e la moglie non ne può più che se ne vada.
Perché siamo arrivati a questa situazione, si parlava che il comune non avrebbe concesso la convenzione per l’uso dello  stadio e invece l’ha concessa, Vavassori aveva giurato di andarsene invece è ancora qui.
Sono le solite situazione del calcio, si dicono determinate cose e poi se ne fanno altre. Si demotiva la gente, il calcio è fatto di passioni e di entusiasmi che alla Pro Patria mancano. Personalmente vado allo stadio per la  maglia e non certamente per queste situazioni che mi hanno stomacato.
Patrizia Testa non ha detto ancora no alla trattativa con Vavassori, cosa manca perché avvenga il passaggio di proprietà?
Se c’è la volontà di vendere e di comperare un accordo lo si trova, io non so se Vavassori voglia davvero vendere e la Testa comperare non conoscendo i termini della questione. Non sono però l’ultimo arrivato, nella mia vita ne ho viste di trattative e sempre se c’è la volontà un accordo si trova. Conosco personalmente Patrizia Testa e la reputo persona seria e rispettabile, per cui credo che la volontà di acquistare ce l’abbia. Mi auguro solo che questa situazione finisca presto, sono stanco, molto stanco di questa realtà, spero finisca in fretta per il bene della Pro Patria. Da troppi anni ci stanno prendendo in giro, questa situazione porta  il male alla Pro Patria, se qualcuno se ne vuole andare, lo faccia rapidamente e la smetta di cercare mille cavilli per rimanere. La gente si è davvero stancata di questa situazione. I tifosi sono considerati di serie B, anzi di serie D e non si sentono minimamente coinvolti. Da tempo sento mille versioni sulla vicenda, nessuno ci comunica le cose come stanno. Ognuno racconta la sua verità. Ci credono dei burattini o dei bambini dell’asilo? Vogliamo rispetto e questo vuole dire raccontarci le cose come stanno, le verità senza nascondersi dietro a cose dette e non dette, vado, torno, mi hanno detto e non mi hanno detto. Dove sono i programmi? Serve partire da zero? Ma chissenefrega!

Vavassori ha salvato la Pro Patria?
Ma per favore…ha salvato i suoi interessi, non si ama una squadra in questo modo.

Mezzo stadio chiuso…
Fosse per me lo chiuderei tutto, non mezzo. Lo chiuderei ed è finita qua, l’ ho già detto a chi avrebbe il potere di farlo…

E allora perché non lo si è fatto?
Per i soliti motivi, oggi si dice una cosa, domani se ne fa un’altra…poi un’altra ancora e noi siamo in balia degli eventi, senza sapere in che categoria  giocheremo, con quali giocatori, ma che calcio è questo? Io vado avanti perché ho responsabilità nel club, ma per un mese ci siamo presi in giro, di cosa stiamo parlando?

Patrizia Testa non ha mai detto no, diciamo che è stata un po’ al gioco, tu che la conosci come interpreti il suo comportamento?
E’ una grande tifosa, grande amante della Pro Patria, sta facendo l’operazione mandando giù più di un boccone amaro per il bene della Pro Patria. Credo che stia facendo di tutto per non rompere la trattativa per non far naufragare il possibile accordo. Capisco il suo comportamento riflessivo, ma la mia passione mi fa pensare cose che razionalmente penserei in altro modo.

Festa della Birra, un grande successo?
Si, grandissimo, colgo occasione per ringraziare tutti i miei consiglieri e chi ci ha aiutati. E’ stato qualcosa di inaspettato che ha premiato il nostro lavoro.

 Flavio Vergani

0 commenti: