Header


 Bocche cucite al Pro Patria Club per paura di esagerare nei confronti di Vavassori dopo che lo stesso è rimasto a Busto, nonostante le promesse. Si tappa la bocca il segretario Bacchi (“ne direi troppe, meglio tacere”), il consigliere Danilo Castiglioni che ricorre ad un “no comment”, mentre il vice segretario Giordano Macchi appena tornato da una vacanza vip ricorre al silenzio per mancanza di informazioni, nonostante avesse incontrato Patrizia Testa nella località marina che lo ha ospitato.

Presente in sede anche Silvio Cassina che dribbla l’invito a parlare, certo che potrebbe esagerare nei confronti del patron. Ecco allora Giovanni Pellegatta (vice presidente del club) che si offre per un commento sulla situazione societaria.

Patron Vavassori ha ripetutamente detto : “me ne vado, non  iscrivo la Pro Patria, il calcio a Busto finirà se nessuno rileverà la società , tante parole, ma pochi fatti, Vavassori è ancora qui, nonostante sia indesiderato dalla piazza. Cosa ne pensi?

L’ennesima buffonata, prima Vavassori proclama che se ne sarebbe andato al 100%, poi paga l’iscrizione, di questa persona non se ne può più…

Patrizia Testa ha speranze di entrare a tuo avviso?

Credo che insieme ad altri soci voglia entrare e mandare via Vavassori

Se fossi tu il Sindaco avresti chiuso le porte dello stadio a Vavassori?

No, non lo avrei fatto, ha pagato l’iscrizione per cui ha diritto di frequentare lo stadio. E’ stato un atto intimidatorio per farlo allontanare, ma alla fine ha messo i soldi

Hai lavorato molto per la Festa della birra e hai ottenuto un grande risultato, te l’aspettavi?

No, avevo timori per la data a Luglio, invece sono arrivate moltissime persone. Tanto caldo e tanto lavoro ma un risultato che ci rende orgogliosi. Ringrazio tutti i consiglieri e le persone che ci hanno aiutati.

Gli sponsor in primo luogo. Stiamo già pensando al prossimo anno e grazie ai molti che ci aiuteranno anche come nuovi consiglieri faremo qualcosa di ancora  più importante.
Flavio Vergani

0 commenti: