Header


Rieccoci dopo una breve pausa durante la quale non è successo nulla. Come al solito, come sempre.I giorni decisivi si susseguono da anni senza che cambi nulla sullo scenario bustocco ancora vittima della crisi societaria e dell’incertezza su tutti i fronti.Ormai il campionato è prossimo, ma invece di aprire i cancelli degli stadi si continuano a frequentare i tribunali nell’estate dei ricorsi.
Si ricorre per veder diminuite le pene relative al calcioscommesse, ricorre il Seregno al quale non sono bastati 500 mila euro a fondo perso per acquistare la Lega Pro, ricorre persino la Reggiana che si dichiara scandalizzata per essere stata inserita nel girone A della Lega Pro dove, a parere della dirigenza granata, sono inferiori le possibilità di promozione a causa della presenza di squadre più attrezzate. Davvero singolare questa analisi e ricca di originalità.
Forse gli organi che hanno deciso tale assegnazione hanno ragionato con la proprietà transitiva, visto che la Reggiana è largamente composta da ex Pro Patria e visto che si è liberato il posto dei tigrotti è risultato logico sostituirli in tutto e per tutto inserendo la Pro Patria 2. Manca che la Reggiana adotti come maglia da trasferta una casacca biancoblù per rendere perfetta la clonazione.
E che dire della remota possibilità che la Pro Patria vinca il ricorso e sostituisca la Torres nel girone B della Lega Pro dove la trasferta più vicina sarebbe Pisa (di Polverini) e la più distante a Roma(  dove il “Pelle” organizzerebbe subito un’udienza papale bis), molti si sono scandalizzati per il fatto che la Pro Patria dovrebbe sempre andare in ritiro per le gare in trasferta. Perché la Torres cosa fa? Se la si deve sostituire lo si faccia a pari condizioni.
Un assurdo ovviamente, ma cosa ancora non sorprende dopo gli esodi verso Reggio, dopo i governi ombra, le iscrizioni last minute, il calcio scommesse con giocatori in carcere, ma con società esente da colpe dirette, i ripescaggi al costo di listino di 500 mila euro, le retrocessioni annunciate poi sanzionate con soli due punti di penalizzazione, i gironi con x, y e z?
E’ ancora calcio questo? Oppure è un altro sport? Che non inizia più come iniziava prima e che non prevede più promozioni o retrocessioni sul campo, ma solo o quasi in tribunale (Novara per esempio)o ripescaggi onerosi per chi se lo può permettere?
Siamo al 28 agosto e tutto è come il 30 giugno, viene voglia di tornare in ferie, quando prima c’era voglia di tornare per vedere le prime partite della stagione. Oggi nemmeno la squadra è pronta e non certo per colpa della Pro Patria.

Flavio Vergani

0 commenti: