Header

La Pro Patria va vicina al primo punto in classifica cedendo di misura all'AlbinoLeffe. Due errori pesano sulla gara, il primo è del giovane centravanti bustocco Filomeno che realizza la rete del pareggio, poi si toglie la maglia per festeggiare la rete realizzata dimenticandosi di essere già ammonito . Per lui scatta l'inevitabile espulsione da parte dell"'arbitra" della gara.
La stessa assegna nei minuti di recupero un generosissimo calcio di rigore ai locali  realizzato da Soncin  che permette ai bergamaschi di portare a casa una ormai insperata vittoria.
Tre gare, undici goal subiti e uno fatto, due espulsioni subite, tre rigori subiti. Cosi non va. D'accordo il miglioramento visto oggi, ma per accelerare serve il lievito che possa dare energia per la crescita dei giovani tigrotti.
Serve esperienza per non cadere nei tranelli posti da avversari e arbitri, piuttosto che della propria foga.
Abbiamo subito due espulsioni evitabilissime, una per un inutile fallo a centrocampo, l'altra per una esultanza scenografica. Avremmo preferito dei rossi per fermare l'avversario lanciato a rete da solo, ma non per altro. Ma non quanto visto nelle ultime due gare.
Già ci sono tanti problemi figli delle vicende che tutti conosciamo, se poi si cade nell'autolesionismo si rischia di rendere impossibile un' impresa possibile.
Flavio Vergani

0 commenti: