Header


Pubblichiamo integralmente quanto ricevuto dal signor Clerici. Qualche punto espresso ci sfugge in termini di comprensione.

Ad esempio, non comprendiamo quando afferma che “che nelle vostre pubblicazioni si faccia sempre riferimento, in forma più o meno esplicita, che tutti i nostri problemi portano la firma della pregressa proprietà”. Ci piacerebbe sapere questo “sempre” a cosa si riferisce visto che non percepiamo negli ultimi articoli tale realtà, a parte qualche riferimento del nostro Andrea D’Emilio nel suo ultimo articolo. Ma questo, oltre che non essere sinonimo di “sempre”, è solamente un lecito parere espresso in totale libertà. Sinceramente non capiamo il motivo per cui si debbano squalificare pareri altrui con tale facilità imponendo il proprio come punto di riferimento. Pensarla diversamente crediamo non sia una colpa da processare. La policy di questo spazio comunicativo si ispira a Voltaire “Non sono d'accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo”. Ci piacerebbe quindi ricevere pareri e non condanne.

Quanto alla questione abbonamenti beato chi può aggiungere 350 euro di extra contributo per finanziare la società, crediamo che non tutti i 300 abbonati se lo possano permettere. Da chiedersi anche se fosse o meno corretto che i 300 debbano extra tassarsi mentre il resto di Busto non mette un euro per la sua Pro Patria. Il tema centrale di quell’articolo voleva invitare chi ha disponibilità a fare un gesto per aiutare la Pro Patria, non certamente a penalizzare chi già ha dato prova di concretezza sottoscrivendo l’abbonamento.

Flavio Vergani

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

 Noto, con rammarico, che nonostante i 9 gol subiti in 2 partite (oltre al doppio zero nella colonna realizzazioni e, alle zero parate dei portieri avversari) nelle vostre pubblicazioni si faccia sempre riferimento , in forma più o meno esplicita , che tutti i nostri problemi portano la firma della  pregressa proprietà.....Dico basta ...finiamola una buona volta e ...come si dice : Acqua passata non macina più! Analizziamo invece il presente , e soprattutto il futuro , che mi porta ad esprimere in forma scritta le seguenti riflessioni :

1. La scalata alla vetta (leggi salvezza) sarà ardua e difficoltosa

2. Verremo caricati di altra pesante zavorra per rendere ancor più ardua l'impresa (leggi punti di penalizzazione)

3. I facenti parte il gruppo di scalatori ( eggi giocatori) appare attualmente , per ovvi motivi di tempo, più adatto ad una scampagnata fuori porta che ad una arrampicata in parete, per la cui forgiatura e preparazione alle insidie che si troveranno sul percorso, verrebbe richiesta, per lo meno, una guida esperta e navigata

Mi chiedo quindi : Pur con tutte le attenuanti del caso ( ritardi etc etc) non sarebbe forse meglio nominare un capo cordata più esperto e navigato ( leggi allenatore)

Prevenire...come si dice ...è meglio di curare...

Ultimo appunto :

Riguarda un altro vostro articolo sulla quota 1000 abbonamenti ....facciamo 2 conti , perchè, sapete , l'aria fritta produce altra aria fritta...

Lancio una proposta :  vogliamo dare una mano ai nuovi proprietari ??? ( che non finirò mai di ringraziare)

Se non sbaglio si sono raggiunti i 300 abbonamenti ,,se ne ipotizzano altri 700 per raggiungere la quota 1000,,,costo medio abbonamento 150 Euro ? ...150 x 700 = 105.000 Euro

Ed ecco la proposta : se invece di aspettare la venuta del Messia ciascuno ,degli attuali abbonati ...ripeto 300 ,scucisse di tasca propria altri 350 euro avremmo = 350 x 300 = 105.000 Euro

IIo sono pronto a farlo....ci vogliono i fatti ,,,altrimenti...l'aria fritta produce altra aria fritta.

Grazie per il tempo che vi ho fatto perdere

Gianni Clerici

0 commenti: