Header


E’ iniziato il campionato di Lega Pro con la presenza di molte squadre che non avrebbero dovuto esserci(Pordenone/AlbinoLeffe) e la mancanza di altre come il Monza fallito dopo la salvezza sul campo. Manca anche il Castiglione che dopo aver vinto il campionato di serie D non si è iscritto alla categoria superiore. E la Pro Patria? Non ha ancora ben deciso cosa fare. Dopo la retrocessione in serie D si ventilava l’ipotesi di partecipare all’Eccellenza, causa non iscrizione da parte di Vavassori, poi è arrivata Patrizia Testa che avrebbe garantito la categoria, poi Vavassori ha vinto un terzo campionato in sede legale con conseguente promozione dei tigrotti in Lega Pro e, infine, ecco l’ennesimo dubbio relativo all’iscrizione e alla fidejussione che dopo il disimpegno del patron sono diventate un problema. Il susseguirsi di voci di questi anni inducono alla cautela e a non dare nulla per scontato. Anche perché, il patron spesso “legna” chi scrive di realtà non corrette, senza però essere con tutti generoso allo stesso modo nel comunicare le novità. Onde per cui, ci dobbiamo fidare di chi sa, o presumibilmente conosce più da vicino la realtà societaria per vicinanze con i protagonisti della vicenda. Ebbene, secondo queste fonti, il barometro segnerebbe tempo bello per i prossimi giorni. Infatti, si dice che nelle giornata di ieri il gruppo di Patrizia Testa potrebbe aver raggiunto un accordo (ancora da sottoscrivere)con il gruppo di Fulvio Collovati per suddividersi le quote societarie. Si parla di 30% per il gruppo Testa e 70% per il gruppo Collovati con suddivisione della gestione tecnica tra Ragazzoni, uomo di fiducia dell’immobiliarsta bustocca e lo stesso Collovati che vorrebbe impiantare a Busto un laboratorio calcistico alimentato dai giovani delle squadre provenienti da club di categoria superiore. Praticamente, dopo aver sperimentato il trapianto di una squadra da una città all’altra, ecco un nuovo esperimento di genetica sportiva atta a coltivare in vitro i futuri talenti. Se questo quadro sia reale o meno non lo sappiamo, certo è che la richiesta di Vavassori di iniziare il campionato a fine mese per poter allestire la squadra inducono all’ottimismo. Non crediamo si possa chiedere una dilazione senza poi effettuare l’iscrizione. Inoltre, si dice che il leggendario  Saverio Granato e il suo staff si siano messi in moto per preparare le carte necessarie per l’iscrizione. Per cui l’ottimismo prevale, non per conoscenza della realtà, ma per le interpretazione dei segni. Certo è che, come sembra, patron Vavassori benedirà l’accordo Testa-Collovati lasciando depositata in Lega la sua fidejussione. Per cui, nel medio periodo occorrerà risolvere il problema per dare futuro alla società visto che il leasing del patron scadrà al massimo a fine stagione. Sul fronte tecnico esiste la possibilità che i nuovi impongano un gruppo di lavoro di loro fiducia, si parla del tecnico Oliva che potrebbe sostituire Tommasoni. Ma, al momento, sono solo voci. Quello che conta è giungere a giovedì con quanto serve per iscrivere la squadra. Il resto si vedrà.
Flavio Vergani

0 commenti: