Header

La Gorga: 6,5
Questo povero ragazzo viene preso a pallonate ogni domenica ma fa i miracoli in più di un'occasione per limitare il passivo. Eroico

Regno: 4
Non è pronto per la categoria, il resto sono solo sterili giustificazioni. Nessun apporto in fase offensiva, nessuna resistenza in quella difensiva.

Taino: 5
Un rigore procurato davvero ingenuo, sempre in difficoltà di fronte all'avversario, fa bene in avanti nel primo tempo. Troppo poco.

Pisani: 4,5
Da un capitano di lungo corso e dalla sua esperienza ci si aspetta molto di più. Invece, appare nervoso, spesso più bravo con le mani e i gomiti che con i piedi.

Marchiori : 6
Di gran lunga il migliore del reparto, ordinato e seppur a volte appaia troppo legnoso non perde mai la bussola e con questa difesa non è facile.

Marra: 4,5
Di lui si perdono le tracce fin da subito. Sembra fuori ruolo come esterno, ma fatica a convincere anche in zona goal

Sampietro: 5,5
Mezzo punto in meno per il rigore sbagliato. Il ragazzo si danna l'anima per cercare di costruire il gioco e fare filtro in fase difensiva, ma intorno a lui c'è spesso il vuoto e il polmoni non tengono 90 minuti.

Carcuro: 3
Chi lo ha visto? Spettatore non pagante viene sostituito dopo un tempo. Domanda: non è pronto neppure per 45 minuti?

Salifu (dal 46esimo): 4,5
Passeggia a centrocampo con ritmo blando in attesa di ricevere la palla e quando ce l'ha o fa l'ovvio, ossia passandola al compagno più vicino, oppure tentando improbabili lanci per nessuno. In Lega Pro occorrere correre almeno il doppio a meno di non avere piedi buoni che il ragazzo non ha.

Coppola: 6
Raggiunge la sufficienza con l'intraprendenza, l'impegno non manca, la voglia anche, se solo avesse vicino a lui qualcuno che parlasse la stessa lingua...

Costa: 4,5
Un attaccante non può non conoscere i movimenti di taglio per suggerire il passaggio dei compagni. Il faccio tutto io è caratteristica dei campionati dilettantistici o giovanili, ma qui siamo in Lega Pro.
Non difende un pallone che uno spalle alla porta, altro fondamentale richiesto alle punte.

Possenti: 5
Non è il suo ruolo, ma non fa niente per meritarsi la sufficienza. Correre, pressare, magari anche subire qualche ammonizione per dimostrare agonismo e voglia di mangiare l'erba? Forse siamo nostalgici dei tigrotti scarsi del passato che si facevano perdonare con lo spirito tigrotto, oggi, evidentemente, lo stile è cambiato.


Mister Mastropasqua: 5
Cercasi coerenza:  con il forte Cittadella ignora Chiaretti evitandogli la marcatura "ad personam" e schiera tre punte e paga carissimo l'errore di valutazione, con l'abbordabile Cuneo si inventa Possenti esterno alto e seppur senza Montini gioca con una punta sola, sacrificando Filomeno. Tarda a inserire la punta aspettando il due a zero per gli avversari, quando è ormai troppo tardi.

0 commenti: