Header

 

In casa Pro Patria regna il silenzio che non è degli innocenti visto che lo stesso presidente Nitti ha fatto mea culpa relativamente all’ingaggio di mister Oliva. Il quale, a detta dei ben informati, si è lasciato scappare qualche parolina di troppo non gradita dalla dirigenza che potrebbe far scattare una multa per il tecnico ancora a libro paga della società. Tra le pieghe del silenzio si insinuano sussurri che potrebbero diventare grida secondo le quali qualcuno avrebbe tentato il gruppo di maggioranza per cedere le quote detenute (70%). Una voce al momento che necessita di conferme, ma che da qualche giorno circola nell’ambiente. Intanto la squadra continua nella preparazione del match di domenica alle 17,30 con il Pro Piacenza, unica “pro” italiana a pretendere l’articolo maschile. Mancherà la solita valanga di infortunati: Marchiori, Jiday, Bigazzi, Sampietro (stiramento con stop di un mese) Regno, Degeri, Cavalieri e Margaglio. Una gara alla portata dei tigrotti che non può essere sbagliata per nessuna ragione al mondo. Mettere in cascina i primi punti della stagione significherà dare morale alla squadra di mister Pala e iniziare a cogliere i frutti di un lavoro partito tardi in campo e con qualche errore di troppo in fase di progettazione con acquisti massivi non particolarmente selezionati in alcuni ruoli. Come in attacco, dove il ritorno di Montini potrà dare peso alla fase offensiva che Marra e Filomeno hanno dovuto sostenere da soli nelle ultime due gare. La formazione vedrà La Gorga in porta, Pisani e Possenti sulle fasce, Zaro e Ferri in mezzo, a centrocampo Bastone con Taino , Coppola e Salifù, in avanti Montini farà coppia con Filomeno. Bella notizia dal fronte giovani, Simone Adici, Matteo Galli e Lorenzo Veroni, saranno il prossimo 3 Novembre a Cremona per lo stage di selezione della nazionale under 18 di categoria.
Flavio Vergani







0 commenti: