Header


No, così non va proprio! Non è giusto nei confronti di chi paga il biglietto e di chi è appena arrivato in società il quale, mettendoci la faccia, sta facendo figure che non merita. Non è giusto! Oggi in campo non ho visto affatto una squadra, o meglio l’ho vista, ma di fantasmi. E non c’entra la festa di Halloween che si avvicina a grandi passi. Le giustificazioni e le attenuanti ora stanno a zero; non è possibile che il migliore in campo sia sempre il portiere. Una volta la condizione, una volta l’arbitro, una volta l’avversario fuori portata … oggi gli ingredienti per far lievitare la pasta c’erano tutti; partita in casa, avversario a portata di mano, un calcio di rigore a nostre favore e invece … pubblico tradito, rigore sbagliato (e uno sacrosanto a loro favore), il Cuneo padrone del gioco con la Pro Patria che fa la comparsa! Fino ad ora le attenuanti c’erano tutte, adesso però le chiacchiere iniziano ad essere a zero: dov’è la condizione fisica? Dopo un mese e mezzo qualcosa (e più di qualcosa) si dovrebbe vedere, ma invece di migliorare abbiamo gente già con il fiato corto alla fine della prima frazione, con nemmeno poi uno straccio d’idea di gioco in mezzo al campo. Tutto ciò è possibile? Quando la troviamo allora, quando sarà troppo tardi? E gli errori arbitrali? Ci sono stati nelle scorse partite, e pure evidenti, ma non possiamo sempre reclamare quelli anche perché i rigori non si prendono entrando sulle gambe in area (come ho visto, parecchie volte, fare quest’anno) e ce li si procurano entrando in area e facendo gioco offensivo, che latita … e non venitemi a dire che mancava Montini perché anche con lui in campo non mi sembrava che fossimo così propositivi. C’è chi parla anche di sfortuna … vero, oggi dopo il rigore sbagliato la ribattuta va sulla traversa ma la fortuna bisogna anche cercarsela, creando i presupposti, non può cadere da sola come “manna dal cielo”. E non è certo sfortuna quando dopo un goal ci si toglie la maglia dimenticandosi di essere già ammoniti …Perché sono così arrabbiato? Semplice, perché quando questi ragazzi hanno giocato lo hanno fatto egregiamente … pazienza che non arrivavano alla fine, qualcosa  però sembrava che si muoveva facendo sperare che, a questo punto della stagione, almeno 70 minuti nelle gambe ci fossero. Soprattutto dove non arrivavano le gambe arrivava il cuore, il quale sembra essersi smarrito lungo la via come se qualcuno glielo avesse strappato dal petto e buttato in un secchio dell’immondizia. Per questo oggi sono arrabbiato perché sento che, con queste ultime prestazioni, la nostra fiducia e il nostro credito nei vostri confronti sia stato abusato tradendo il nostro buon cuore e anche quello della nuova società. Non so quanti altri vi avrebbero fatto da scudo come hanno fatto loro mettendoci la faccia … e come li ripagate, in questa maniera? Non so se sapete in che momento difficile sia a livello economico sia nostro sportivo ci hanno acquisito, dimostrando coraggio. Dopo questa paternale sta a voi decidere che fare … sicuramente neanche mi leggerete o dopo due righe mi manderete a … una cosa vi chiedo: cosa volete fare, giocare o fare le comparse? Se optato per la prima bene, altrimenti se siete venite qui a parcheggiarvi in attesa di altri lidi avete scelto il posto sbagliato … se siete di questa idea abbiate almeno la cortezza di farvi da parte. P.S. Se le cose continuano così consiglio la società di contattare le “vecchie glorie” della Pro che l’altra sera hanno giocato per beneficienza … seppur con qualche anno in più certamente peggio non possono fare!

ANDREA D’EMILIO

0 commenti: