Header


Peccato siano finite le squadre con il suffisso “Giana” visto che la Pro Patria ha ottenuto il primo punto casalingo e del campionato con la Reggiana e oggi il primo in trasferta con il Giana. Il fortino di mister Pala ha tenuto anche oggi e l’ex difesa colabrodo dei tigrotti è ora una fortezza difficile da espugnare. Due gare senza goal subiti e solo tre incassati nelle ultime cinque partite.  Il lavoro del mister e l'innesto di Ferri hanno cambiato la situazione in men che non si dica. Ovviamente, ne soffre l’attacco che non è alimentato da giocate offensive, ma il problema è noto in società e qualcuno prima o poi arriverà per dare sostanza anche alla fase offensiva. Potrebbe arrivare Santana per suonare l'assolo o forse Kapo per dare il colpo del "ko" alle difese avversaria, ma non si esclude qualche nome dell'ultima ora che potrebbe proporsi al presidente Nitti. Intanto si attendono gli infortunati che potranno dare il loro contributo come ha fatto oggi il rientrante jiday, autore di una positiva gara. Con Degeri e Sampietro a centrocampo e qualche rinforzo di peso crediamo che la Pro Patria potrà ancora dire la sua. Nella gara odierna si è ben notata la voglia di lottare su tutti i palloni. Chi non lo fa va sotto la doccia in anticipo. Era toccato a Filomeno nello scorso turno, è toccato a Costa nella giornata odierna che entrato nella ripresa al posto di Filomeno è stato subito ri sostituito per scarsa attenzione alle indicazioni del mister. Non si fanno sconti per nessuno, il tempo degli 1+1 è terminato e anche quello del tre per due. Nota negativa odierna il giallo a Pisani che lo terrà fuori nella gara con il Padova di sabato prossimo. Un match che avrebbe avuto un sapore particolare per il difensore centrale in campo in quel famoso giugno 2009 quando la serie B sfumò per motivi che è meglio lasciare perdere.
Avanti così ragazzi, con questo animo e voglia di fare tutto è ancora possibile.

Flavio Vergani

0 commenti: