Header


La Pro Patria centra il terzo risultato utile consecutivo pareggiando per zero a zero contro un brutto Padova. Terzo risultato ad occhiali a dimostrazione che la fase difensiva è stata sanata dall’arrivo di mister Pala. Permane la sterilità offensiva con i tigrotti che non segnano da 684 minuti. Nella gara odierna l’unica punta di esperienza presente nella rosa biancoblù, ossia Montini, ha dovuto lasciare il capo dopo una manciata di minuti per infortunio rimpiazzata da Filomeno. La giovane punta tutto fumo e poco arrosto è stato ripetutamente scosso sia a livello motivazionale, sia con un vero e proprio shakeraggio fisico da parte dell’allenatore Pala senza plausibili risultati. Vicino a lui un Marra completamente avulso dalla manovra offensiva. Difficile pensare di attaccare la porta avversaria senza disporre di panzer d’esperienza, così si è badato per prima cosa a non prenderle portando a casa il terzo punto di un campionato che se iniziato con questo tecnico e con anticipo in fase di preparazione avrebbe portato qualche punto in più. Nel calcio non esiste la controprova, ma la sensazione che le gare di Gorgonzola e quella odierna sarebbero finite diversamente con un paio di punte di categoria in squadra è ben concreta. Come è del tutto concreta la speranza che dopo la quadratura seguita all’arrivo di Pala, i rientri di Marchiori, Sampietro e Degeri unita alla crescita fisica di alcuni tigrotti che stanno lentamente confermando il proprio curriculum che non parla certamente di giocatori “pippa, possano consentire ai tigrotti di sperare in una salvezza che sarebbe davvero miracolosa. Le note liete di oggi sono le conferme del blocco difensivo stupendamente rinforzata da Ferri che ha fatto diventare di cemento armato il muro difensivo e la crescita di Carcuro, un giocatore “vintage” nell’aspetto e nel modo di interpretare il ruolo che sta finalmente mostrando le sue qualità che lo hanno portato a calcare i campi di serie B. Una piccola rivincita del presidente Nitti che giustamente ha sempre rivendicato il curriculum di tutto rispetto dei tigrotti arrivati a Busto, anche se al momento non sufficiente per centrare la prima vittoria del torneo. Ci sono molti segnali positivi, ma chiaramente manca molto in fase offensiva e qui sarà un obbligo intervenire con urgenza per dotare la squadra di una potenzialità offensiva di categoria. Il Padova visto a Busto è stato davvero poca cosa e a fine gara i  tifosi biancorossi hanno processato la squadra sul campo. Pensare che questa squadra abbia 12 punti in più dei tigrotti appare davvero incredibile. Questo deve convincere che nulla è impossibile dopo aver sistemato la squadra.
Flavio Vergani

0 commenti: