Header

Finalmente la Pro Patria è tornata ad essere una squadra svestendo gli abiti dell’onlus che distribuiva gratuitamente i punti agli avversari. Ieri il supermercato ha tolto la scritta “svuota tutto” e ha rialzato la serranda con tutta l’intenzione di voler tornare a fare mercato. Per lo più lo ha fatto contro un avversario ostico e “fastidioso” il quale, invece di subire le provocazioni come pensava e temeva, è stato lui stesso a distribuirle gratuitamente con gesti all’apparenza normali i quali però, sotto sotto, nascondevano la voglia di aizzare un ambiente che ne ha viste di ogni in questi ultimi anni, quindi vaccinato a questo “teatrino”. Complimenti a noi che abbiamo dimostrato il nostro giusto disappunto nella civiltà, facendo capire a tutti da che parte sta la classe che, purtroppo, non è da tutti; sia ciò da monito a chi, liberamente, rimpiange il recente passato, sia a chi ha pensato di anticipare il match temendo chissá quale cataclisma; se proprio c’era da tenere a freno qualcuno abbiamo fatto vedere che non eravamo certo noi!
Tornando al campo e abbandonando il “salotto” la gioia è doppia sia per aver finalmente sbloccato la classifica, che stava diventando umiliante, sia per averlo fatto per i motivi prima elencati; speriamo che il motore sia finalmente ripartito. Certo non ci esaltiamo, i problemi non sono affatto svaniti improvvisamente e la classifica piange, però almeno oggi godiamoci questi momenti anche se ci sarà qualcuno che parlerà di “fuoco di paglia” “gara solo di nervi” o “fortuna”; lasciamoli parlare! Personalmente poi mi ha fatto piacere leggere e sentire le parole presidenziali che hanno sottolineato un rinnovato entusiasmo. Speriamo che sia così perché da ciò trarrebbe beneficio solo la Pro. 
Infine una mia sensazione; quanti di voi, quando hanno visto la palla finire sulla traversa, anche per un solo millesimo di secondo, ha pensato che, visto chi si ricordava ieri, una mano amica dal cielo abbia contribuito a farla finire proprio lì? E’ stata solo una mia idea? Certo dal cielo hanno ben altro da pensare ma magari, quando il “padrone”, era girato e non vedeva non può essere scesa una mano furtiva? Mah, forse sono io che sono un sognatore … forza ripartiamo!
Ora più che mai forza Pro!
ANDREA D’EMILIO

0 commenti: