Header

Mister Pala:

L'allenatore biancoblu stravolto dopo una gara nella quale ha speso molto ringrazia il pubblico,
i suoi ragazzi, a Collovati (persona che non ha conosciuto ma giudica buona e intelligente),il presidente Nitti e l'amministratore delegato Patrizia Testa.
Sulla gara precisa che se invece di colpire la traversa la Reggiana avesse segnato, sarebbe andata a finire come al solito, per cui occorre crescere per evitare questi episodi. Sul modo di interpretare la gara dice: oggi siamo nelle giungla e ci comportiamo cos', quando saremo tranquilli farò anche io l'inglese in giacca e cravatta.
Aggiunge: errori come quello commesso da Pisani non ce li possiamo permettere. Su Filomeno sostituito per indisciplina tecnica dice: il ragazzo ha doti, ma dopo il goal con l'AlbinoLeffe ha la puzzetta sotto il naso. Deve essere più umile, ha buoni mezzi e può andare avanti. Gli ho chiesto di marcare il numero sei avversario e non lo faceva, per cui ho scelto Lualdi che nemmeno conoscevo chiedendogli di fare quello che Filomeno non stava facendo. A mio avviso se la Reggiana avesse fatto giocare Pesenti da subito avremmo perso".
CLICCA E SENTI MISTER PALA
  

Mister Colombo (Reggiana)
"Abbiamo difficoltà con chi si chiude come già  con il Cuneo. Nel primo tempo il giro di palla era talvolta stucchevole.
Reggiana spessp superficiale, ci specchiavamo nei nostri punti di forza ma ci mancava il fuoco sacro. A riguardo di Pesenti forse mister Pala non sa che il giocatore arriva da sei mesi di inattività, ma la sua l'autonomia è limitata. Tornando qui ho rivisto persone amiche e provato emozione per ritrovare il luogo da dove sono partito.
Normale che qualche  tifoso è abbia insultato pper quanto accaduto, ma la prima sensazione è stata di familiarità.

Spanò (Reggiana):
Ci manca la qualità di trovare gli spazi, eravamo concentrati per non essere influenzati dall'ambiente ostile, ma non abbiamo trovato le verticalizzazione, la Pro è stata brava a difendersi. Ci aspettavamo questa ProPatria, sono professionisti e hanno il merito di non aver mollato.

Montini (Pro Patria)
Non abbiamo creato come in altre partite, ma questo è un punto di partenza per la salvezza. Abbiamo tanti giocatori fermi ai box e dobbiamo ad adattarci, vicino a me ho due giovani a e io non ho molti anni in più. LaP ro è viva e alla salvezza ci crediamo.. Dobbiamo migliorare in fase offensiva,  abbiamo qualità davanti dobbiamo cercare di crescere. Il rigore a mio avviso c'era..
Ora , abbiamo più "gamba" non ho avuto crampi per cui va meglio.

 CLICCA E SENTI MONTINI


Matteo Galli (classe 98):
" Speravo di fare qualche minuto, non ho ancora 17 anni devo crescere molto. Non mi sento certamente a un punto di arrivo. Spero di allenarmi con la prima squadra ancora a lungo per migliorarmi. Sono di Lonate Ceppino e solo il 26 novembre compirà 17 anni:"
CLICCA E SENTI GALLI

0 commenti: