Header




Simona Maino
 Sono le ore tredici del 28 Dicembre  quando suona il cellulare proprio nel mezzo di una girandola di emozioni per la visita allo Juventus Stadium e all’annesso Museo dei bianconeri. Chi chiama è Maurizio Lualdi, un amico da sempre. Lui non chiama mai per niente, ha sempre qualcosa da dire. Spero in un acquisto bomba della Pro Patria. La voce di Maurizio è stranamente gelida e fa subito capire che  sta cercando disperatamente un motivo per non credere a quello che gli hanno detto. Le sue parole lasciano senza fiato: ”mi hanno detto che è morta Simona…tu sai qualcosa?”Rapido giro di telefonate senza esito, poi Erminio va diretto a casa sua e poco dopo arriva la conferma. Simona se ne è andata. Era il 18 dicembre quando sorridente  aveva partecipato alla tombolata del nostro club, rimproverando chi scrive per aver previsto pochi premi per gli ambo. Poi…la sua promessa non mantenuta: “ci vediamo all’ultimo dell’anno…”. Ma, per lei non ci sarebbe stato l’ultimo dell’anno, era quello il suo commiato dal suo mondo, quello tinto con i colori bianco e blu che ha profondamente amato. Chi non la ricorda presente allo stadio in casa e in trasferta? Chi non la ricorda al fianco del papà da sempre innamorato di Pro Patria? Ci ha lasciati con i suo solito stile che non la faceva apparire, anche se quando mancava te ne accorgevi immediatamente. Se ne è andata a soli 45 anni lasciandoci senza parole. Nel passato ci aveva spesso telefonato per conoscere gli orari di una trasferta o di un evento del club, ora non ci rimane altro che dare l’orario del suo ultimo viaggio, mercoledì alle 14,30 partendo dalla sua abitazione di Olgiate Olona. Ciao Simona, angelo bianco blu ora fai il tifo da lassù. 

Il Direttivo del Pro Patria Club è vicino ai famigliari di Simona con le più sentite condoglianze.

 F.V.

0 commenti: