Header


Quando ho visto la seconda palla del Sudtirol entrare in rete, buttando un occhio sul cronometro, mi è tornato in mente il titolo di uno spettacolo della Teresa (la cui unica pecca è essere di Legnano), e cioè “Regna la rogna”.

Ebbene sì, come successo in quel di Bassano ecco che ancora una volta la sfortuna si accanisce su di noi; la gioia per aver riacciuffato il match, per lo più con un goal di un attaccante (Marra), è stata vanificata dall’ennesimo episodio che ci ha già giocato contro. Forse in questo momento il fato vuole che soffriamo in questo modo ancor più crudele e così, alle nostre lacune, si va a sommare una dea bendata che, fino ad ora, non ci ha molto baciato, anzi il più delle volte ci ha preso a schiaffi. Noi certo non ci arrediamo ma questo è un ennesimo treno preso in faccia i cui postumi saranno duri da digerire.

Non è bastata quindi l’ennesima prova tutta di nervi che ci stava portando il quarto punto in cascina; ancora una volta è mancato il reparto offensivo e la rete di Marra non deve far illudere dato che, il solo sacrificio mostrato da chi è sceso in campo, in quel reparto, non serve a gonfiare la rete. Dispiace gettare la croce su di loro ma è un dato di fatto; difesa solida (oggi due goal solo su un rigore e una mischia) e un centrocampo che inizia a girare fanno a pugni con il deserto là davanti. Sono sicuro che nel nostro frangente migliore del secondo tempo, con attaccanti puri, avremmo potuto cambiare le sorti del match dato che i tirolesi non mi sono sembrati irresistibili. Note di merito oggi le darei ai soliti La Gorga e Ferri ma anche al nuovo arrivato Capua che, a parer mio, è entrato bene muovendosi discretamente in campo; tutto ciò ancora non basta e per fortuna i giorni alla riapertura del mercato stanno diminuendo.

Infine auspico la stessa sorte a chi oggi, senza aver nemmeno il pudore di nasconderlo, ci ha augurato del male. Ma si sa che la madre degli … (lascio a voi il termine) è sempre incinta!

ANDREA D’EMILIO

0 commenti: