Header


Anno nuovo vita nuova? Anche no, visto che la Pro Patria si porterà nel 2016 alcune disgrazie dell’anno precedente come la vicenda calcioscommesse che dall’ 11 gennaio la vedrà impegnata sui banchi del tribunale per difendere una posizione non facile. Da lì potrebbero o non potrebbero arrivare i primi punti salvezza in base al tipo di penalizzazione che verrà riservata ai tigrotti, dopo le vicende che hanno coinvolto i vari  Melillo, Tosi, Gerolino e Ulizio. Altro problema dell’anno precedente non risolto riguarda la sterilità dell’attacco. La società è alla ricerca di un paio di attaccanti che possano dare un contributo importante, ma per quelli bravi occorrono molti soldi e non sembra che in via Cà Bianca si dispongano di grandi capitali per dare l’assalto al bomber da doppia cifra. La pista Pesenti sembrava la più facile da percorrere per le buone relazioni che ancora intercorrono tra la dirigenza bustocca e quella reggiana, sembra essersi un po’ complicata a causa della solita Giana Erminio che dopo aver scippato alla Pro Patria nello scorso torneo il centravanti Sinigallia, quest’ anno ci sta riprovando con Pesenti . E’ chiaro che a fronte di società che hanno una posizione di classifica diversa da quella della Pro Patria che è tutt’altro che rassicurante e di fronte a ingaggi economicamente più interessanti, i giocatori fanno le loro scelte, per cui diventa davvero difficile portare a casa gli obiettivi prefissati a meno di non poter competere economicamente con le offerte della concorrenza. Certamente fa un po’ rabbia pensare agli ex tigrotti come Baclet che in 12 partite ha realizzato 6 reti con il Martinafranca, oppure Terrani che ha segnato 6 reti con la Lucchese, per non parlare di Serafini che ha realizzato 11 reti a Venezia. Piange il cuore vedere anche Candido spesso in panchina a Bassano. Sarebbe forse bastato trattenere due di loro per non dover rincorrere affannosamente due attaccanti con l’aggravante di essere ricattabili dai vari procuratori vista la situazione di classifica. Tutta esperienza per il futuro, certamente nel calcio come nella vita tutto ha un costo e la qualità la si deve pagare fino all’ultimo centesimo. Intanto, dopo l’infausta sconfitta di Inveruno, i tigrotti giocheranno in amichevole con il Busto 81 martedì (ore 15) al campo di via Valle Olona. Busto 81 che comanda la classifica del campionato di Promozione con ben 8 punti di vantaggio sulla seconda.

Flavio Vergani

0 commenti: