Header




Correva l’anno 1971 quando vidi la mia prima partita allo Speroni. Mi portò mio zio Valerio Bollini. Ricordo che a fine partita chiesi diverse volte il marcatore della Pro Patria perché proprio non riuscivo a ricordarmelo. Allora entrammo alla Manifattura Cisalpina, a due passi dallo stadio dove i nonni lavoravano come portinai, e mio zio prese un foglietto scrivendoci sopra il nome del marcatore: “Casna”.

Fino a ieri non ricordavo niente altro di quella partita.

Ieri stavo navigando su Amazon. Chi lo conosce e lo ha già utilizzato sa perfettamente che il miglior sito di e-commerce mondiale è una vera e propria droga. Basta acquistare una volta per esserne catturati per sempre, vista la qualità del servizio davvero eccellente, la profondità dell’assortimento e i prezzi sempre vantaggiosi.

L’errore da non commettere con Amazon è quello di navigare nello store senza avere in mente cosa acquistare precisamente. Il rischio di inserire nel carrello di tutto e di più è altissimo.

Ieri ho corso questo rischio. Ho inserito per curiosità la parola "Pro Patria" nella barra di ricerca ed è apparso in cima alla lista un nuovo libro. Si chiama “Tigrotti, oltre un secolo con la Pro Patria”. Come sempre ho cercato le recensioni sul prodotto che da sempre guidano ogni mio acquisto online, ma non c’erano. Troppo giovane il libro per essere stato recensito. Ho quindi cercato qualche informazione in più: prezzo 29 euro, copertina flessibile. Non amo i libri con le copertine flessibili e 29 euro non sono noccioline visti i tempi che corrono. Molto indeciso. Ho poi letto l’autore: Giorgio Giacomelli. Allora mi si è aperta una finestra e subito mi sono tornate in mente le parole di Silvio Peron, giornalista della Prealpina, che domenica scorsa in tribuna stampa ha esclamato: “ Sono stato sveglio fino alle 3 di mattina a leggere il libro di Giacomelli. Spettacolare! Tutte le formazioni della Pro Patria dalla prima partita all’ultima. Mi sono divertito a vedere i grandi arbitri, come Lo Bello, che hanno arbitrato la Pro Patria, ho contato i goal di Regalia, ho riletto formazioni e ricordato partite storiche…una goduria”. Credo che Silvio avrà letto anche di Serafini, suo preferito degli ultimi anni, ma non me lo ha detto…Sta di fatto che il Silvio è uno che la sa lunga e allora mi sono deciso all’acquisto. Mi sono tornate anche in mente le parole del mio insegnante di qualche anno fa che diceva:” rinuncia a una pizza, ma non a spendere per la cultura. Di fame non muori e non corri il rischio di rimanere ignorante. Poche ore dopo ecco il libro nelle mie mani. Copertina rigidissima, altro che flessibile, lo farò presente ad Amazon. Solito tuffo con il naso nelle pagine centrali per sentire l’odore della stampa, che da sempre mi inebria, e poi via con la prima  veloce consultazione. Spettacolare! Avete presente l’Almanacco llustrato del calcio Panini? Bene, è identico come formato e consistenza ( ben 416 pagine) e addirittura come profumo della carta con la  sola e grande differenza che qui si parla solo di Pro Patria. Tutte le formazioni dalla prima all’ultima, foto di tutte le stagioni, elenco dei goleador, elenco di tutti i presidenti della storia biancoblù, le figurine dei calciatori, le statistiche , il curriculum dei campionati della Pro Patria dal 1909 fino al play out del 2015. Un lavoro davvero pregevole che non può mancare nella biblioteca dei tifosi bustocchi. Come sempre capita quando hai di fronte un’opera di questa portata rimandi la consultazione a un successivo momento di calma per gustarti goccia a goccia il prezioso distillato. E così avverrà. Ma una cosa non potevo rimandare. Inforcati gli occhiali da presbite perché il tempo passa e Giacomelli ha scritto piccolo piccolo, ed ecco la magia: 
Pag 234 :

12 Dicembre 1971

 Pro Patria Rovereto 1-1

Marcatori 28’ Valeri, 71’ Casna

Pro Patria : Anelli, Fregonas , Croci, Frigerio, Monico, De Bernardi, Brunetta, Cortesi, Del Pietro, Gambazza, (46’ Denti), Casna.

Ora non serve più il foglietto della Manifattura Cisalpina per ricordare il nome del marcatore. Ci ha pensato Giorgio Giacomelli  a vergarlo per sempre negli appunti della storia. Lo ringrazio per avermi fatto rivivere le molte domeniche della mia gioventù passate sugli spalti dello Speroni. Rileggendo le formazioni, i risultati e  marcatori mi è sembrato di tornare giovane e sentire dopo decenni il profumo di quelle domeniche. Ho rivisto il sorriso dei miei amici, molti dei quali non vengono più o forse non ci sono più. Ho ricordato le molte trasferte e le preoccupazioni della mamma che pensava fossi troppo piccolo per salire sul pullman del Pro Patria Club con il "Gianinetto" e il Luigi Marra come papà adottivi. Perché io il papà non l'ho mai avuto, ma sul quel pullman mi sembrava di averne cinquanta. Ho esultato nuovamente, come in quei giorni per vittorie indimenticabili, come il mio primo campionato vinto: quello del 1974/1975 quando la Pro Patria passò dalla D alla C. Piaceri/Cerantola, Frigerio, Bartezzaghi, Bosani Sergio, Mela, Berra, Cortesi, Carminati, Fornara, Brusadelli, Bosco. Ma anche Crugnola, Bosani Arturo e Brunini. Vinte 18, pareggiate 14, perse 2. Insomma, adesso le so tutte!E queste sono emozioni che non hanno prezzo…a 29 euro sono semplicemente regalate. Aveva ragione il mio insegnante, aveva ragione il” Silvio”, ne valeva la pena. Ora, è d’obbligo la recensione su Amazon perché altri non debbano avere gli stessi dubbi che ho avuto io. Complimenti a Giorgio Giacomelli e all’editore Carlo Fontanelli per aver prodotto un' opera d’arte sportiva. Se volete provare la doppia emozione regalata da un acquisto in Amazon e dal libro Tigrotti, oltre un secolo con la Pro Patria, CLICCATE QUI

Flavio Vergani

 

0 commenti: