Header

All’andata ci furono 4 gol che uccisero i tigrotti, senza scampo.
Mister Oliva alla fine alzò bandiera bianca, mentre la dirigenza aveva già intuito che qualcosa non andava.
Via Oliva, che già a fine primo tempo aveva capito che a Busto sarebbe finita prima del previsto.
Il Pordenone fino all’ora quasi sconosciuto fece quello che voleva, soprattutto sulle fasce, con un FANTASTICO Cattaneo, che in quel match uscì dallo Speroni, tra fragorosi applausi.
Il Pordenone quest’anno è altra cosa, rispetto a quello della scorsa stagione.
Dalla zona retrocessione è passato a quella dei play off.
Un salto di grande livello. Se l’anno scorso Pordenone era terra di conquista, quest’anno è sempre difficile uscire con punti da quel campo.
La scorsa stagione i nero verdi erano segregati dietro cercando di difendersi da una retrocessione diretta. Oggi invece affrontano tutti a viso aperto, e la cosa è evidente a tutti, visto che sono molto, molto, molto in alto!
Tornando a Cattaneo, uomo match dell’andata, anche oggi sarà l’uomo da marcare.
Pala e  capitan Ferri sono avvisati!!
Non c’è solo il bravo Cattaneo, ma anche Pederzoli, Pasa e Berettoni, tra i nero-verdi, da fermare a tutti i costi.
Sarà una partita decisiva sia per noi che per loro.
Un match che ci vede quasi all’ultimo tentativo di salvezza.
Mentre il Pordenone-portentone al secondo posto, cerca di arrivare più vicino possibile alla capolista
I 35 punti di differenza potrebbero mortificare, ma sappiamo che la squadra di mister Pala, non darà vita facile al team di mister Tedino. Con un Santana energico, la Pro riuscirà a sovvertire i pronostici?

Oggi alle 15…lo sapremo! 

Forza tigri, e occhio che i nero verdi sono davvero un avversario davvero ostico. 

Simone Merlotti

0 commenti: