Header

La giornata di sole e il caldo spettacolare, insolito per fine febbraio, fanno da cornice ad una gara che si appresta ad essere roboante

La Pro ospita un Lumezzane, reduce da una non invidiabile serie negativa di partite;  4 sconfitte e 1 pareggio,non precisamente in questo ordine, ma a far testo, (per la matematica), rimane il sol  punto guadagnato, negli ultimi 5 match disputati.

La Pro,?.....meglio forse non parlarne…. Per non ricadere in pianti isterici….

Ci si aspetta molto di più comunque della partita di Pordenone della settimana scorsa, questo è ovvio.

Filippini sulla panca del Lumezzane è la novità più eclatante. Non credo che il nuovo mister in pochi giorni, (o per meglio dire in poche ore) abbia fatto molto per cambiare le cose, forse ha agito più sul piano della mentalità che su quello della tattica.

La partita inizia bene, e un applauso va hai 3 …e dico 3 tifosi del Lumezzane che da quel di vicino Brescia, sono venuti allo Speroni in cerca di gloria. Se poi ci sono altri “ospiti” in giro per lo stadio, non mi è dato saperlo….o per meglio dire, vederlo!, dal mio monitor di casa noto poco dello stadio e nulla della tribuna VIP!

Un inizio non roboante, (al contrario di come si pensava), ma con i tigrotti più incisivi dei bresciani.

Nossa come ex, cerca di trovare gloria, sul suo vecchio campo. Un campo che lo ha visto protagonista nella scorsa stagione di discrete partite.

 I nostri gestiscono bene la palla, e già nei primi minuti si capisce che qualcosa è cambiato, ripstto a Pordenone. Non giochiamo da Dio, ma almeno facciamo qualcosa di più di 7 giorni fa…

Qualche bello spunto e il primo tiro deciso arriva al minuto venti. Vari batti e ribatti, falli duri e contrasti decisi, fanno da padrone in questi 20-25 minuti di gioco. Il Lume non sembra in partita, ma cerca comunque di gestire meglio la palla.

Qualche batti e ribatti ancora…ma nulla di più. Sembra una partita  “materasso”da fine stagione tra due compagini che non hanno da dire più nulla al campionato.

Si arriva al minuto 34 …tiro deciso di Santana e in tuffo D’Alessandro mette fuori davvero di un soffio. Non posso dire sfortuna, ma fino ad ora, se si fosse ad un incontro di box, l aPro Patria vincerebbe di certo hai punti.

Poco davvero da segnalare, quasi che il Lume avesse paura di prenderle. A mio avviso gestisce la partita cercando il contropiede malefico per sbloccare la partita….

Genevier  fa da collante tra centrocampo e difesa. Un tuttofare che da il tempo giusto alla squadra ospite. Uno dei pochi fino ad esso a salvarsi.

Si arriva a fine primo tempo con le squadre che ancora devono dare il meglio..

Per vincere serve di più. Un passo in avanti è stato fatto, rispetto all’ultimo match, ma serve davvero qualcosa di meglio se si vuole portare a casa tre punti!

A fine primo tempo durante l’intervallo, penso che se stiamo facendo benino è anche perché l’avversario è alla nostra portata.

Forse con un “pezzo da 90” le cose sarebbero diverse… magari saremmo gli stessi di settimana scorsa….chissà?

Stavolta si va al riposo con tutto ancora da scrivere!!

Purtroppo Tutto lega Pro narra che Pia’ abbia già finito l’avventura in bianco-blu.

Ginocchio ko e rescissione pronta….davvero una dura tegola per i Bustocchi!

Secondi 45 minuti, si parte decisi!!!...la Pro sembra davvero “sul pezzo”

Immediatamente due azioni che meriterebbero di più.

Sulla prima, D’Alessandro non trova il tocco decisivo su una carambola che lo ha messo a tu per tu col portiere. (Forse la foga di calciare in fretta lo ha tradito!)

Pochi minuti  dopo, sulla seconda azione, lo stesso D’Alessandro su un cross di Santana (credo) si tuffa ancora una volta di testa,  ed indirizzando la palla verso l’angolino trova solo però il palo. La palla sembrava entrare ma una zolla “bastarda” ha falsato la traiettoria.

Che sfortuna.!

La Pro preme sull’ acceleratore.

Il Lumezzane non fa nulla per impostare una azione decente.

Sembra di vedere una squadra smarrita. Sembra la Pro Patria di settimana scorsa.

Dopo 10 minuti senza nulla di concreto ma con i bianco blu più in “palla” arriva come al solito il “patatrac”

Timido contropiede ospite, … Mancosu perde palla, invece di spazzare con calma, Possenti tira addosso a Sarao  che stoppa e libera un sinistro violentissimo che batte LaGorga.

Lo speaker dice sfortuna, io dico “idiozia”, la solita “idiozia”. Se le cose vengono eseguite con calma tutto è fatto meglio, ma in questo caso la foga di rinviare una palla (che non era di certo pericolosa)  gioca brutti scherzi a Possenti.

Anche Ferri e compagni lo scrutano con uno sguardo che  sembra dire “te potessero!!” o “che cavolo hai fatto!” cavolo per non dire ….organo maschile!!!

Non posso addossare colpe su Possenti,…. le cose capitano….. ma ancora una volta siamo noi ha regalare il risultato.

Dopo tanti rigori regalati e i fuorigioco sbagliati….ecco anche i rinvii “kamikaze” a rovinare tutto.

Esce Marchiori per Douglas, per dare vivacità….

Esce poco dopo Possenti per Ravasi, per dare peso davanti.

Dopo pochi minuti esce anche D’Alessandro, che forse “non ne ha più” per Marra.

A questo punto fatico ad interpretare la formazione.

Anche se poco dopo capisco che la Pro giocherà così:

“Palla a Santana che proverà come al solito a fare qualcosa” e “soliti cross dalla difesa direttamente per le punte”

Poca cosa per sbloccare la partita ma il Lume dietro è ben coperto.

Il pubblico inveisce con l’arbitro per qualche fallo tattico degli ospiti e per un fuorigioco non segnalato per noi.

Non credo che la terna arbitrale oggi abbia falsato qualcosa.

La partita fino a questo punto l’abbiamo buttata via solo noi.

L’unica azione decente al minuto 83 con Vettraino cercato da Marra.

A questo punto l’occhio mi cade sul sito  VareseNews che di ce RIGORE PER LA PRO!!!

Scopro che LPC è indietro di 30-40 secondi buoni rispetto alla partita vera….perchè….?????

Pippa stende Marra ed è rigore!!!

Io sono rimasto al minuto 83!!!!. Cacchio che tristezza…..si è già quasi all’85.!!!!

Comunque GOL DI SANTANA!!! Che batte dagli undici metri (non 9 metri come dice lo speaker di LPC…uccidetelo! Per cortesia!!) il portiere Furlan.

Il gioco a Busto si “intorta” .

Poco spazio alle azioni e molto spazio a lamentele varie da parte dei bresciani. Espulso anche un dirigente ospite per proteste.

L’arbitro decide di dare 5 minuti di recupero proprio per la troppa perdita di tempo.

L’arbitro protagonista alla fine della partita:

 Su un cross del Lume, vede un tocco di  mano di Possenti in area.

Molto dubbio!!, il braccio era attaccato al corpo, ma la traiettoria è stata comunque falsata dalla mano di Possenti.

L’arbitro ha dato il rigore non per un PALESE fallo, ma solo perché il tiro deviato poteva divenire utile agli ospiti!

Quindi decisione che sulla carta non fa una grinza. Credo che il regolamento parli proprio di sicura occasione da gol in casi del genere.

Che il cross potesse divenire utile per un gol non lo potrà mai dire nessuno. (IO NON CREDO PROPRIO)Però in area gli attaccanti del Lumezzane c’erano e quindi…..

…..l’arbitro ha optato per questa soluzione:

Non la prendeva nessuno, ma se la prendevano  magari…”

Io rimango perplesso, ma oggi parlare di arbitraggio vergognoso, mi sembra davvero ingiusto.

Come detto poche righe prima, abbiamo fatto tutto noi!!!

Gol regalato, e solito contropiede che da al via al 2-1.

Non per azione stavolta, ma per rigore!!!....Sempre sul 2 a 1 abbiamo finito il match.

Stavolta mi vien da dire che abbiamo giocato da 6.

Ci voleva una prestazione da 8!

Soprattutto con un avversario che valeva 4!

Non sto dando i numeri!!!!!!

Il Lumezzane era alla nostra portata….non ditemi che non potevamo vincere????

D’accordo che la partita poteva finire diversamente se si segnava in quelle due occasioni di D’Alessandro…..

Ma ragazzi con due contropiede l’avversario ci ha steso!!!!!

Oggi abbiamo imparato una nuova lezione:

Uccidere gli avversari, prima che ci uccidiamo da soli!

Oggi lo dico ancora abbiamo buttato via una partita!

Non facciamoci abbagliare da un gioco migliore rispetto a settimana scorsa….oggi era l’avversario inferiore, non noi migliorati!!!!!!!

La differenza tra noi e il nostro avversario è che loro sono stati: CINICI,VELOCI,SPIETATI e mettiamoci anche  FORTUNATI!

Noi invece:DISCONTINUI, PERFORABILI, POLLI e se vogliamo (ma non è un alibi) SFORTUNATI.

 La squadra se ne è andata sotto la doccia senza alzare lo sguardo verso i tifosi, non  per una mancanza di rispetto, ma forse, per una sorta di resa alle armi da non far trasparire troppo agli astanti seduti sulle tribune.

Come i condannati verso il patibolo…..i tigrotti se ne vanno senza battere ciglio. Forse incapaci a questo punto , di reagire ad una situazione diventata disastrosa.

Con oggi davvero, la serie D è ad un passo e tutti noi lo sappiamo.

Nonostante lo sguardo basso, i giocatori vedono lo stesso il baratro della retrocessione davanti a loro!

Ragazzi vi siete arresi????

Ditelo!, così ci mettiamo il cuore in pace e pensiamo al futuro con meno apprensione!

Basta frasi fatte e i soliti proclami che domani è un altro giorno!

I tifosi vi sono stati vicini sempre!. Meritavamo almeno un applauso da parte vostra!!!

Meritavamo almeno un gesto di solidarietà!

Con risultati migliori,  in passato,  fuori dallo Speroni vi avremmo aspettati per insultarvi….(non per picchiarvi, non bisogna mai picchiare nessuno!!!!!!!!)

Ricordiamoci che è CALCIO! Non PUGNI E CALCI!!!

Oggi avete questo strano bonus, che vi rende immuni. Come nel Grande fratello .

 Ma tra poco, se non vincete e onorate la maglia, verrete presto NOMINATI!

Non vogliamo condannare nessuno, lo dico ancora, questo è calcio e quindi uno sport, ma oggi i nostri soli 2 punti iniziano ad essere davvero fastidiosi da sopportare…..Anche per chi in questi anni ha sopportato cose ben peggiori!

Credo che noi tifosi, staremo vicino sempre alla squadra, da qui alla fine dell’anno.

Nonostante i risultati che fanno davvero pietà.

Ma esigiamo rispetto e che alla fine di ogni partita ci sia almeno un saluto!!!(troppo facile chiedere applausi alla curva quando si vince)

Mi rimetto a ciò che i miei colleghi di penna hanno scritto poche ore fa.

Spero che la dirigenza e qualche giocatore “datato”restino. La serie D, è dura da giocare, e se non ci sono i mezzi giusti, può divenire un incubo uguale a quello che oggi stiamo vivendo.

Lo so…lo so!! non siamo ancora retrocessi !!, ma a questo punto, capire cosa ci attende nel nostro futuro sarebbe davvero importante.

LAGORGA, FERRI, SANTANA, D’ALESSANDRO e LA DIRIGENZA……Se restano almeno loro io sono più contento e sicuro.

Comunque vada, …dovunque saremo…sia in serie D o in LEGA PRO …..sempre e solo Forza TIGRI……

E che arrivi almeno una vittoria a risollevarci lo spirito!!! e che ci faccia ancora sperare....ormai ci rimane solo la speranza visto che...

...Per molti tifosi, siamo già arrivati alla frutta, per alcuni addirittura siamo già al caffè

... io vi saluto........ aspettando il conto......(che per questa Pro.....non sia salato)

Ciao.

Simone Merlotti.

0 commenti: