Header


Se il pareggio di oggi non ci condanna matematicamente alla retrocessione poco ci manca. Un pari infatti che sa di sconfitta in virtù della contemporanea vittoria dell’Albinoleffe contro il Cuneo, mettendo così tra noi altri due punti che pesano come un macigno. Forse solo la scarsezza dei bergamaschi (che a conti fatti con noi hanno perso 5 a 2) ha tenuto aperto la speranza dei play out piuttosto che la nostra tenacia.

Il cambio di panchina, che reputo giusto vista la rottura tra mister e giocatori, secondo me ha dimostrato, e mi duole dirlo, come probabilmente i problemi fossero non nella guida tecnica ma nei giocatori i quali, e parla la matematica, si sono dimostrati non all’altezza di reggere questa categoria.

Oggi in campo si è visto forse un po’ più di tenacia e voglia di fare e proporsi, come dimostra l’aver recuperato lo svantaggio iniziale, cosa che magari in altre partite non saremmo riusciti a fare. Ciò però non è basta per tentare quel recupero ormai praticamente impossibile all’Albinoleffe, a meno di repentini cambi di marcia che però vedo difficili (e soprattutto tardivi) dato che fino ad ora non ne abbiamo visto l’ombra. Tante parole ma pochi fatti. Mi permetto pure di suggerire di non cambiare la guida tecnica visto l’ormai traguardo praticamente irraggiungibile. Si risparmierebbe qualche soldino …

E’calato allora definitivamente il sipario? Personalmente ritengo di sì (anche se mi piacerebbe essere smentito) dato che anche in caso di restituzione miracolosa dei tre punti di penalizzazione le possibilità rimarrebbero bassissime. Vedendo l’intera stagione mi sorge spontaneo anche chiedermi se mai il sipario si sia alzato, e che forse tanti si siano cullati nell’ampio credito dato da noi tifosi a questa squadra solo per le note vicissitudini che l’avevano portata a nascere.

Forse è veramente arrivata l’ora di “buttare” in campo i ragazzi delle nostre giovanili; avremo almeno un finale meno amaro, magari troviamo pure qualche bravo ragazzo da lanciare e se sbaglieranno e prenderanno cinque gol, loro si che avranno delle giustificazioni. Il tutto però già pianificando chiaramente il futuro; chi ci sta e vuole rimanere con noi a lottare per risalire sarà il ben accetto, chi invece pensa il contrario forse è meglio che prenda la sua barca, lasci il nostro porto e attracchi in altri lidi. Per il bene della Pro Patria!

Forza Pro!

ANDREA D’EMILIO

0 commenti: