Header

                        
BUSTO ARSIZIO - Angiulèn Turconi non era propenso nel dicembre 1965 a schierare Sartore nella polveriera dell'Appiani .
Sartore bello a vedersi, quasi lezioso, doveva lasciare il passo a gladiatori del medesimo passo che resero celebri i biancoscudati allenati da Nereo Rocco.
 
Pippo Taglioretti in perfettoslang olonese, ottenne la presenza di Sartore in campo, il quale, con sapiente e leggero tocco, diede il via alla conquista dei due punti, consolidati poi dal coriaceo Duvina, difesi ad oltranza dall'insuperabile Giancarlo Amadeo, salutariamente coadiuvato dal coriaceo Pippo Taglioretti, orgoglioso nel non lasciare alcun ceppo d'erba ritto in campo.
 
Mercoledì scorso ho visto pluridecantati giocatori di P.S.G. e Manchester City commettere madornali svarioni difensivi, decisivi non solo al risultato in campo, bensì alla prosecuzione delle citate in Champions.
Ѐ pur vero che oggidì gli impegni sono di gran lunga superiori a quelli del bel tempo andato e conseguente c’è minor tempo per lavorare sul campo, ma se vuoi mettere assieme un mobile di consistenza devi scordarti della pubia (pioppo ) e utilizzare buon legno di noce o similari.
 
Giorgio Giacomelli

0 commenti: