Header

Oggi la nostra Pro, dopo le feste “mastro- Pasquali” ritrova l’erba dello Speroni.

Feste alle spalle e primi veri allenamenti “duri” agli ordini del Mastro,  in questa settimana che ci porta alla sfida contro il Giana.

I nostri avversari arrivano da 5 giornate senza vittorie. 5 pareggi ed un solo miserabile gol…

Davvero oggi non affrontiamo il Real Madrid, quindi sotto con la ricerca della prima vittoria del 2016!

Con la prerogativa di portare a casa tre punti le tigri di Busto, oggi scendono in campo senza il febbricitante Montini. Quindi 4-4-2 con Santana e Marra davanti.

La squadra di Gorgonzola invece crede fermamente di sbloccarsi e propone un 4-3-1-2 più propositivo in fase offensiva.

Pronti via e subito un pasticcio di Ferri (si impantana da solo sulla fascia), che a momenti innesca un’azione pericolosa per gli ospiti.

I primi 15 minuti, scorrono con un “nulla da registrare”. Le due compagini si studiano con la Pro messa forse meglio in campo.

Possenti e Marra sembrano in giornata, avventandosi su quasi tutti i palloni. Sampietro cerca di smistare le palle in maniera ordinata, facendo da collante tra la difesa e il nostro centrocampo. Possenti sembra anch’esso molto tenace, quanto pure Degeri. Insomma una bella Pro che sta ordinatamente cercando di passare in vantaggio.

Il Giana, che adesso sfrutta solo le ri-partenze, sembra temere i bianco-blu.

Oggi i tifosi di casa sembra belli attivi sugli spalti. Cori e incitamenti che meriterebbero di essere ripagati.

Al ventesimo una punizione per gli ospiti mette in condizioni di far saltare indisturbato Polenghi che però spreca una occasionissima. La difesa dei tigrotti, pecca sempre di ingenuità sulle palle inattive. È tutto l’anno che gli schemi su calci d’angolo e punizione ci mettono in crisi! Vedere ancora queste cose mi fa incavolare molto.

Bruno per il Giana, sembra davvero capace di far male con i suoi continui pressing verso i centrali difensivi della Pro e grazie anche, al suo continuo scattare sul filo del fuorigioco.

Una spina nel fianco per i tigrotti che devono tenere a bada un buon giocatore.

Possenti fa buona guardia sulla fascia e sembra anche lui molto in forma.

Non stiamo facendo un gioco incredibilmente bello, ma per ora la palla la gestiamo meglio noi non c’è dubbio.

Con squadre come il Giana la Pro ha sempre fatto discretamente bene, nonostante poi portare a casa pochissimi punti….o addirittura una cocente sconfitta. Speriamo di no oggi!

Santana al trentesimo prova il tiro a giro, dopo una buona di azione dei tigrotti in area degli ospiti, ma la palla va alle stelle!

Al minuto 35 per fortuna l’arbitro non vede un tocco di mano di Possenti. Senza quel tocco il pallone sarebbe finito a Polenghi, che si sarebbe trovato da solo in area bianco-blu.

Meno male per noi, ma come al solito soffriamo i capovolgimenti di fronte.

Da qui, fino alla fine dei primi 45 minuti, il Giana sembra trovare più spazi. Adesso gli ospiti fanno meglio di noi che accusiamo qualche momento di black-out.

Uno scontro in area Bustocca, ma l’arbitro non ravvede nulla che possa dare il rigore per il Giana.

Poco dopo una punizione per la Pro, va altissima verso gli spalti dove siedono pochi tifosi in trasferta. Davvero un brutto tiro di Degeri che si è incaricato dell’esecuzione.

Zaro toglie le castagne dal fuoco in alcune occasioni. Non sono azioni davvero pericolose da parte degli ospiti, ma Zaro comunque decide sempre bene come gestire la situazione. Davvero una buona prestazione.

Scopro che come al solito LPC è indietro di almeno 2-3 minuti rispetto alla partita.

Infatti su Varese News la fine del primo tempo arriva prima che  sul mio Pc.

Comunque un minuto di recupero e poi tutti negli spogliatoi.

Nel’intervallo mi viene da pensare ai fischi del pubblico.

Forse sugli spalti non si è gradito molto quegli ultimi minuti passati a cercare di non prenderle…più che a cercare di fare male all'avversario.

Anche se qualcuno mi ucciderà, vorrei comunque fare i complimenti alla squadra del Varese, per il suo ottimo campionato che lo ha riportato in serie D, dopo solo un anno di Eccellenza.

Anche se il popolo Bianco-blu non gradirà le mie parole, vorrei lo stesso che passasse il concetto che “vedere un team LOCALE fare bene” è sempre una buona cosa per il calcio Varesotto.

Credetemi è solo per cavalleria…e per spirito sportivo che dico questa frase,non sono diventato bianco rosso tutto ad un tratto….tradendo così miei amati colori.

Sperando che anche la Pro possa fare un campionato del genere (nei prossimi anni) mi prendo una pausa aspettando il secondo tempo.

Il secondo tempo ci vede subito conquistare un calcio d’angolo.

Uno strano trenino in area, che si “sfalda a zig-zag”, fatto da Ferri e compagni prova a mettere paura alla Giana. Uno schema provato in allenamento che però ha poca fortuna.

Santana si becca un cartellino per simulazione, davvero giusto. Si lascia cadere su un piccolo tocco di un difensore. Davvero troppo plateale il gesto del sudamericano.

Esce Capua per Ravasi, una mossa che non credo porti scombina-menti in chiave tattica.

Gli ospiti imbastiscono bene alcune azioni che però non sortiscono gli effetti desiderati

Si va avanti sui binari del primo tempo.

La Pro cerca di sfondare il Giana di colpire con azioni di contropiede.

Intanto esce Degeri per Bastone. Dopo il cambio, Santana tira male su un bel passaggio di un compagno.

Santana non sembra davvero in forma in questa ripresa, che la sua “dote” di giocoliere sia rimasta negli spogliatoi? Speriamo si riprenda presto, ne abbiamo bisogno.

Nonostante il commentatore lo incoroni il migliore attaccante  in campo.

Diciamo che con il nostro brutto attacco, non ci vuole tanto a diventare il migliore in campo dei tigrotti.

Bastone a centrocampo è una scelta strana. Forse un cambio fatto per non scombussolare troppo gli equilibri tra difesa e attacco.

Poi il solito vergognoso gol preso dalla PRO!!!

Coppola scivola  e lascia il campo libero per Cogliati che mette a sedere Lagorga per poi insaccare tranquillamente.

Su Coppola non saprei che dire. Nei due replay non sembra  se scivoli per colpa del terreno (che oggi è stranamente sabbioso), o se invece sembra prendere alla leggera il movimento difensivo…..

Due replay non mi tolgono il dubbio.

Insomma sfortuna o goffaggine, non saprei che dire….. (Anche se propendo per un errore difensivo!)

…….intanto siamo sotto.

Adesso oltre al risultato inizia anche ad infastidirmi (come al solito) il timbro e la parlantina del commentatore che ha un  modo di direi nomi con “u” e “o” messe a cavolo. Bastoune, Lagourga, Maruotta… per cortesia fatelo smettere.  Poi quando dice che la Pro ed il Giana danno vita al famoso derby della “polenta” lo bastonerei….

Santana ci prova in tutti i modi.  Ma forse i suoi anni si fanno sentire, infatti i tiri fatti dal sudamericano sono forti ma centrali e quasi tutti fatti da fermo.

Ormai lo scatto degli anni d’oro lo ha perso da tempo. Comunque rimane l’unico uomo a cui aggrapparsi per cercare qualcosa di meglio.

Ogni volta che il Giana prova a saltare la difesa con tiri alti, i nostri centrali si complicano sempre la vita.

Che lo “scivolone” di Coppola non ci abbia insegnato nulla?

Invece di fare le cose facili spesso ci si complica la vita con stacchi di testa davvero bruttini e passaggi senza senso.

A questo punto mi piacerebbe tornare alla vecchia e cara “Spazzata”, brutta ma efficace.

Cambio Coppola per Filomeno. Coppola esce tra i fischi. A questo punto il suo errore pare davvero pesante. Se la gente lo fischia credo che non ci sia dubbio che il suo errore sia passato come  “figlio” di leggerezza difensiva, piuttosto che sfortuna vera e propria. Al PPclub l’ardua sentenza.

Sarò ripetitivo, ma oggi non dovevamo prendere un gol del genere. Non sembravamo fenomeni, ma comunque non eravamo malvagi. Insomma ancora una volta mi pare la stessa musica.

Non giochiamo malissimo ma paghiamo il conto per colpa della solita sterilità in attacco, disimpegni stupidi, azioni fangose, e paurose ripartenze sulle quali non riusciamo sempre a difenderci.

Questa è la Pro di quest’anno.

Troppo poca cosa per poter dimostrare di essere da categoria.

Alla fine prendiamo pure il secondo gol!

Come????

Sul medesimo cross morbido che nessuno va a coprire.

Cross e colpo di testa indisturbato del solito attaccante che solo-solo segna FACILMENTE

A questo punto mi viene da dire VERGOGNATEVI!

Se becchiamo gol del genere a fine campionato meritiamo di retrocedere. Non riusciamo mai a fare un match decente in fase difensiva.

Il buon momento natalizio di Ferri & CO sembra lontanissimo.

La stagione si riassume così:

All'inizio mancava difesa, centrocampo ed attacco. Schifo su tutti i fronti.

Poi giocavamo con una diga difensiva ermetica ma senza centrocampo ne attacco.

Poi siamo passati ad una buona difesa, un decente centrocampo ma sempre un attacco assente.

Adesso siamo tornati ad una difesa paurosa un centrocampo discreto e sempre un attacco evanescente.

Voi che dite??

Io mi aggrego col pubblico che adesso inneggia a  frasi davvero poco piacevoli nei confronti dei tigrotti.

Mi dispiace perché per tutto l’anno ho sempre difeso (anche troppo) questa squadra, ma adesso lo devo dire anche io.

Siamo inadeguati! Su tutti i fronti!

Mi dispiace ma è così!

L’impegno di pochi non basta più!, dire che è sfortuna, non basta più, dire che si poteva fare meglio non basta più,…….non possiamo più nascondere la nostra pochezza!!!

Un decente primo tempo, non ci può sempre illudere.

La mia telecronaca inizia sempre in maniera vivace e spero divertente……ma sono stufo di concludere i miei articoli parlando con tristezza e rabbia di pareggi e sconfitte bruttissime.

Oggi davvero sono stufo di sentire sempre lo  stesso disco rotto, che  gracchia e stona…e che con riproduce più quella bella musica che si udiva solo poco tempo fa.

La Pro è un disco rotto che va cambiato in fretta…..

Basta illusioni, andiamo a lavorare per il futuro…sul presente meglio che ci stendiamoci un velo pietoso.

Non so se siamo retrocessi già da oggi….. a questo punto non lo vorrei nemmeno sapere, andrei in depressione anticipata.

L’anno prossimo dovunque saremo ci piacerebbe  tanto vedere la vera ProPatria che ci ha fatto battere il cuore, non un team che alla fine della stagione non è in grado di affrontare squadre che solo qualche anno fa, avrebbe asfaltato senza fatica!!!

Andiamo avanti fino alla fine….e spero che la fine arriva questo punto prestissimo.

Mi dispiace molto….credetemi ma oggi parole d’amore ne trovo davvero poche.

Illusioni tante, emozioni zero….

Il disco rotto ProPatria suona una musica che assomiglia ormai ad una marcia funebre!

 

Simone Merlotti

0 commenti: