Header


La quinta edizione del torneo di calcetto “Daghidaponta”termina con la vittoria del Commandos Tigri che si è imposto per cinque a due sul team del Pro Patria Club. Una vittoria meritata sul campo in virtù di un gioco più incisivo e di una maggior freschezza atletica anche se macchiata da una decisione del secondo arbitro che dopo aver espulso il miglior giocatore della squadra vincente ha ritrattato la decisione in risposta alle vementi contestazioni avvenute in campo. Dopo questo episodio l’arbitro ha deciso di autoespellersi e di tornare prematuramente a casa, seguendo alla lettera gli inviti dei sostenitori del Pro Patria Club.In casa Pro Patria club forse si poteva fare di più nella gestione dei cambi, in particolare non è piaciuta la scelta di non schierare Angelo Zaro che nella gara precedente era stato fra i migliori e che è stato premiato come miglior assist- man del torneo.Rispetto al passato il torneo ha cambiato connotazione passando da uno stile amichevole con squadre miste composte da bravi calciatori e inguaribili “pippe” a una struttura con squadre vere che non si sono risparmiate in termini di agonismo. “Daghidaponta” doveva essere e di punta ( e non solo) i giocatori se le sono date. Insomma, calcio vero in tutti i sensi. Una scelta che forse avrebbe richiesto una diversa strategia dell’organizzazione per limitare i troppi momenti di tensione avvenuti in campo e fuori.

Flavio Vergani

0 commenti: