Header

Mi congedo, per quest’anno dal PP club, con quello che potrebbe essere il mio ultimo articolo della stagione.
Innanzitutto un grazie a tutti coloro che hanno apprezzato, condiviso e anche perché no, disapprovato, ciò che ho scritto. Ho voluto dare il mio piccolo contributo in quella che doveva essere la “rinascita bianco-blu”.
Ho messo da parte dubbi e incertezze e ho deciso di condividere il mio parere con tutti voi...comunque sia andata sono stato sincero.
Non sempre ci ho azzeccato, non sempre sono stato oggettivo, ma sempre ho cercato di raccontare le mie emozioni e ciò che i miei occhi vedevano.
A volte i miei occhi da “sognatore”mi  ingannavano su ciò che realmente stava accadendo,cioè vedevo lati positivi in mezzo ad una stagione davvero bruttissima che mai e poi mai avrei sognato di guardare.
Ogni singola partita, anche le ultime, speravo nel miracolo che mai e poi mai avveniva.  
....Ma credo di essere stato in buona compagnia, perchè  molti altri hanno "sognato" come me, che la Pro uscisse da quel fango assurdo che si era cacciata.
I giocatori e la dirigenza non hanno saputo forse cavalcare quell’onda che ha portato nelle prime giornate molti tifosi allo stadio. Abbiamo creduto di aver cacciato via il vero male oscuro che ci affliggeva…e in un certo senso forse è stato così, ma poco dopo abbiamo scorto una nuova triste minaccia.
Quella minaccia che è apparsa sotto forma di “poca esperienza”, da parte di team e staff. Si è passati da una convivenza mai sopportata ad una mai definita…
Troppe figure e mal messe in una società che avrebbe dovuto definire meglio; ruoli, la gestione, le risorse umane e per ultimo anche quelle monetarie.
Solo Patrizia Testa e il suo cuore ci hanno dato la linfa vitale nel continuare a stare vicino alla squadra. Solo pochi elementi ci hanno indotto a continuare in questo tortuoso cammino.
Solo Ferri, D’Alessandro e Santana sono entrati nel cuore dei tifosi.
…E qualcuno allo stadio prima del loro possibile arrivo, li chiamava “vecchi mercenari” che vengono a rubare i soldi… Come al solito tra le file dei tifosi c’è sempre chi di calcio capisce “molto”!!!
Meno male che erano vecchi e ladri… !! forse gli unici che ci hanno messo il cuore e la grinta! Servivano almeno 10 come loro!
Mi è spiaciuto che si sia parlato male di alcuni elementi e di alcuni allenatori.
Per Oliva e Mastropasqua ho già detto, forse poco adatti alla lega Pro, ma comunque ci hanno messo la faccia e la voglia di allenare con orgoglio. Il destino crudele e la potenza della categoria li hanno “disarcionati” dal cavallo pazzo bianco-blu.
Pala , nostra croce e delizia, ha dosato male bastone e carota, ma vanta però l’onore di averci fatto fare gli unici punti della stagione. Poco ma almeno qualche cosa ha fatto. Uomo giusto nell’anno sbagliato?
Per i nostri tigrotti invece non dico nulla, il campo ha già parlato da solo:
Qualcuno degli altri ragazzi ci ha messo impegno, altri erano poco consoni alla categoria....
Però almeno altri quattro  li voglio salvare:
Montini, che con i suoi pochi gol, ha rivitalizzato una classifica marcatori che altrimenti sarebbe stata triste e desolante. 
Sampietro, amico e dirimpettaio che dopo l’under 20 e due fantastiche stagioni  ha trovato sul suo cammino un infortunio lungo e doloroso.
Ogni giorno si allenava sotto i miei occhi,  per tornare  quello di prima, ma sempre c’era qualcosa che lo tormentava. In campo ha sofferto molto l’infortunio come ha sofferto il fatto di non poter  aiutare il reparto offensivo con i suoi buoni passaggi. Davanti per un lungo periodo non avevamo punte ,e quando è arrivato Santana era ormai troppo tardi. Poteva tornarsene a casa per la riabilitazione, ma al contrario di come avviene di solito per i giocatori in prestito, (che hanno una società con strutture migliori) ha voluto rimanere qui per star vicino, anche se solo moralmente alla squadra. Un pregio? Può essere poca cosa, ma almeno lui alla nostra maglia ci teneva.
Nelle nostre chiacchierate mi chiedeva di Busto e del suo passato. Si vedeva che in questi colori ci credeva. Nelle sconfitte subite dai ragazzi, nei suoi occhi c’era sempre la delusione per un anno che pareva tutto storto e non solo per lui…
Le buone stagioni di ieri cozzavano con quella mediocre di quest’anno?…. Alla fine tirando le somme arriverà ad un “6” stiracchiato dato dalla media nelle sue presenze…, che pare sempre molto di più di tante insufficienze prese da giocatori che a detta di molti dovevano fare meglio di lui e di molti altri della lega Pro!  Spero che trovi altrove il successo che merita. Davvero di questi tempi CREDETEMI una persona squisita il nostro Sampy.
La Gorga, che nonostante i molti gol subiti ha tenuto in piedi una barca traballante. Davvero auguro anche a lui palcoscenici migliori. Non sarei sorpreso di vederlo presto in serie B.
Tsila, che dopo un avvio poco promettente ha dato vivacità alla squadra e ha risposto bene alle critiche piovutegli addosso da ogni parte. Miglior sorte anche per lui…di cuore e davvero!
Queste sono le mie preferenze.
A qualcuno piaceranno, ad altri no!
Ma il calcio è bello anche per questo, per i tanti pareri opposti che si animano durante le conversazioni.
Tornando a noi …oggi mi sento a pezzi sul profilo personale…. e non nascondo che passando danti allo stadio bagnato dalla pioggia di questi giorni, quasi  vuoto e senza l’eco di giocatori e del tifo mi è venuto il magone.
Potranno mai tornare i momenti d’oro della nostra Busto bianco blu?
Spero veramente che Patrizia riesca a fare quadrato e a trovare le risorse economiche e fisiche per mettere su una squadra che interpreti la filosofia vittoriosa di un club che “traghetta” verso i 100 anni.
Volevo alla fine ringraziare Flavio, Andrea e Roberto e tutti gli altri che mi hanno accompagnato durante questa stagione con i loro articoli.
Noi ci abbiamo messo del nostro. Spero che l’anno venturo ci siano altri che come noi decidano di raccontare il mondo bianco blu.
Un ultima notizia. “una piccola pubblicità personale ”
Nel mese di giugno uscirà il mio terzo libro, un romanzo d’amore ambientato nella mia seconda casa “la bella Ossola e i suoi monti”
Ho voluto ringraziare nel testo  anche il Pro Patria club.
Spero che vi faccia piacere sapere di essere sempre nel mio cuore.
Se volete intervenire alla presentazione vi terrò informati su dove e quando avverrà….
A tutti buona fortuna ….perché ci servirà molta fortuna dopo questa stagione di lacrime e passione.
Ciao tigrotti..........Siamo comunque sempre unici!!
E se serie D sarà…..
….lasciatemi comunque dire…BUSTO NON SARA' MAI UNA DILETTANTE!!

Ciao
Simone Merlotti.

0 commenti: